Imponimento, annullati i reati di associazione mafiosa ed estorsione per Fruci

Il Tribunale ha invece confermato la custodia in carcere per i reati relativi allo stupefacente

 

Il Tribunale della Libertà di Catanzaro, decidendo sulla posizione di  Fruci Vincenzino, sottoposto alla custodia in carcere nel procedimento Imponimento con l’accusa di partecipazione, con ruolo apicale, in associazione mafiosa e di due tentativi di estorsione aggravati dal fine e dal metodo mafioso, nonché di partecipazione ad associazione volta al traffico di droga e di acquisto a fine di spaccio di sostanze stupefacenti, in parziale accoglimento del riesame avanzato dagli Avvocati Giuseppe Spinelli ed Antonino Tillieci (che ne danno notizia, ndr), ha annullato l’arresto del Fruci Vincenzino per i reati di associazione mafiosa e tutti quelli di estorsione.

Il Tribunale ha invece confermato la custodia in carcere per i reati relativi allo stupefacente, e dunque Fruci Vincenzino, scarcerato per i reati di associazione di stampo mafioso ed estorsione, rimane  detenuto unicamente per reati di droga.