Covid: a Borgia almeno 20 persone attendono tampone. E il sindaco posticipa inizio anno scolastico

Si parte lunedì 28 settembre, intanto si invitano i cittadini che attendono il test a rimanere a casa

È appena terminata una riunione del CENTRO OPERATIVO COMUNALE allargato ai consiglieri comunali di maggioranza ed opposizione, alle forze dell’ordine, all’Istituto Comprensivo di Borgia e all’associazione di Protezione Civile Angeli Blu per esaminare la situazione epidemiologica derivante dal casi di positività della Palestra VeniceGym. E’ quanto si legge in un post sul profilo facebook del primi cittadino del Comune di Borgia, Elisabeth Sacco.

Le persone coinvolte nel nostro Comune ed in attesa di eseguire il tampone risultano essere oltre 20 anche se ancora non abbiamo dati ufficiali da parte del Dipartimento di Prevenzione.
Stamattina sono stati eseguiti su Roccelletta i primi tamponi sui familiari dei ragazzi positivi ed aspettiamo di conoscere quando eseguiranno i tamponi gli iscritti alla palestra.
Stante la situazione di grande incertezza- prosegue il sindaco diramando una importante notizia –  ed al fine di evitare ogni possibile rischio di contagio abbiamo deciso di comune accordo di posticipare l’inizio dell’anno scolastico a lunedì 28 settembre sia su Borgia centro che su Roccelletta con la possibilità di fare la prima settimana di lezione (dal 28/09 al 03/10) con il metodo della didattica a distanza.
Quest’ultima ipotesi verrà valutata in base all’andamento dei contagi nel nostro territorio.

Invito ancora una volta tutti voi al rispetto delle regole e soprattutto all’uso corretto delle mascherine anche all’aperto quando non è possibile mantenere il distanziamento sociale.
Ricordo alle persone in attesa di tampone di rimanere a casa in isolamento senza andare in giro come se nulla fosse per il bene di tutti”, conclude Sacco.