Quantcast

“Nessuna ordinanza di quarantena. Nessun tampone. Dall’Asp non mi risponde nessuno. Che devo fare?”

Un iscritto alla palestra rimasta coinvolta per i casi di positività da covid si affida ai social per lanciare un messaggio che purtroppo diventa notizia

Tempi covid? Che dire, è triste ma è assolutamento realtà: fa notizia un semplice post sui social scritto sul profilo personale di un cittadino catanzarese che avrebbe intenzione di rispettare le regole per le misure per la limitazione del contagio ma purtroppo incontra notevoli difficoltà per fare qualcosa che , soprattutto oggi, dovrebbe essere di priorità assoluta per la tutela della sua salute e di di tutti noi.

“Mai avrei pensato di dover utilizzare un post di Facebook per far presente una situazione che dovrebbe essere di interesse generale, ma evidentemente in questi tempi un social network è più incisivo dei canali tradizionali”. D.S., queste le sue iniziali, scrive il suo post con una prima frase inevitabilmente scoraggiata e scoraggiante. In fondo vorrebbe essere un cittadino rispettoso e civile, ma semplicemente non sa cosa fare. Poi D.S., racconta i fatti che fanno notizia

Questi i fatti:

Sono iscritto alla palestra in questi giorni al centro dell’attenzione per i casi accertati di positività al covid, e mi sono regolarmente allenato fino a sabato 19 settembre (domenica 20 è stato reso noto il primo tampone positivo). Nonostante vari tentativi di effettuare il tampone andati a vuoto, ad oggi non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale da parte degli enti istituzionali.  Nessuna ordinanza di quarantena, nessuna comunicazione per effettuare il tampone. Il numero telefonico dell’ASP preposto per l’emergenza, squilla a vuoto da giorni.
Ad oggi, mercoledì 23 settembre, non ho ricevuto alcuna informazione ufficiale sulle procedure da seguire (mi sono ovviamente autoisolato dal momento in cui ho appreso la notizia della prima positività, bloccando in casa anche la mia famiglia). Chiedo e spero che chi di dovere possa contattarmi e fornirmi indicazioni precise su cosa fare, senza che io debba inseguire le informazioni purtroppo errate (loro malgrado) delle testate giornalistiche.