Non era covid-19, donna uccisa dalla legionella contratta dall’acqua del rubinetto

L’Asp di Catanzaro si è attivata per individuare e bloccare eventuali focolai di legionella?

Non era Sars-Cov-2 bensì legionella, il virus di cui è morta una donna di Avellino, la quale pare abbia contratto l’infezione dall’acqua del rubinetto nel Comune di Sellia Marina (Cz). La signora era in vacanza coi familiari quando ha cominciato ad accusare i primi sintomi: febbre; portata al Pronto Soccorso dal 118 come sospetto caso di Covid-19, solo dopo l’esito negativo del tampone, dagli esami del sangue è emerso che il batterio da cui era stata contagiata era quello della legionella.

Il decorso della malattia si è protratto dal 23 di agosto al 19 di settembre, data in cui la donna è deceduta.

I familiari, a cui intanto è stato ordinato di lasciare l’abitazione e di non utilizzare in nessun caso l’acqua dei rubinetti, hanno denunciato l’accaduto mettendo in evidenza come nessuno tra chi di dovere «si sia messo in contatto con noi per sapere come stavamo, né per dirci se fossero stati presi provvedimenti per scongiurare il pericolo di altri contagi». E di fatti lo stesso batterio che ha ucciso la donna è stato ritrovato nel sangue di in un parente che aveva avuto anche lui febbre, curata poi con un antibiotico prescrittogli dal suo medico. Una vicenda che è oggi al vaglio dell’autorità giudiziaria e per la quale emergono non pochi interrogativi, messi nero su bianco nella querela per epidemia colposa. Tanto per cominciare: il sindaco di Sellia Marina, in quanto responsabile della salute pubblica, ha fatto tutto quanto in suo potere per cercare di individuare la presenza dell’agente patogeno nelle condotte dell’acquedotto comunale e, se ci fosse, ha messo in atto tutte le procedure di legge per evitare che il batterio si diffonda nelle condotte comunali?. E ancora: L’Asp di Catanzaro si è attivata per individuare e bloccare eventuali focolai di legionella?

Le domande a questi ed altri interrogativi esposti nella denuncia verranno chiariti dalle indagini che seguiranno.