Sergio Costanzo: “Città completamente fuori controllo sul piano della derattizzazione”

E’ questo l’allarme lanciato dai cittadini  che segnalano come i ratti escono dai tombini e passeggiano in strada e sui marciapiedi

Si moltiplicano le segnalazioni che denunciano come la città sia completamente fuori controllo sul piano della derattizzazione: è urgente un intervento straordinario nella zona sud , in particolare,  nel quartiere Catanzaro Sala, Campagnella, Samà, via Lucrezia della valle e via Fares. Zone  esposte al rischio igienico- sanitario a causa, principalmente, del  mancato diserbo da parte del Comune. Lo afferma il capogruppo del movimento Fare per Catanzaro a palazzo De Nobili, Sergio Costanzo, in riferimento alle numerose segnalazioni sulla presenza di topi addirittura nei pressi delle abitazioni. 

“Ci sono zone della città, come appunto quelle della zona sud, invase da ratti e, dove Emily Rodda potrebbe trovare ispirazioni per un nuovo episodio del suo libro:”La città dei topi”. Una situazione grave che avrebbe bisogno di azioni straordinarie e non di semplici elencazioni di date da calendario della derattizzazione o di manutenzioni straordinarie. E’ questo l’allarme lanciato dai cittadini  che segnalano come i ratti escono dai tombini e passeggiano in strada e sui marciapiedi, ma fanno capolino anche nelle aree a verde destinate allo svago e al tempo libero per anziani e bambini. Una situazione diventata insostenibile, soprattutto di sera, quando i topi, scorazzano  tra le buste dei rifiuti lasciate dai residenti per la raccolta porta a porta. Cittadini, dunque, che sono esausti a dover combattere da soli  questa “guerra” contro questi insidiosi  e sudici  animali che determinano una situazione di grave pericolo per la salute e la pubblica incolumità. Un altro segno tangibile del grado di sporcizia della città e della mancata programmazione, da parte del sindaco Abramo e dell’assessore all’igiene e ambiente Cavallaro,di una accurata opera di  diserbo oltre che di una opportuna disinfestazioni e derattizzazione. Se non riceveremo risposte – ha concluso Costanzo – coinvolgeremo le autorità sanitarie per dare risposte immediate ai cittadini”.