Giro d’Italia da Catanzaro, la macchina comunale ha funzionato bene

Lo hanno detto i consiglieri comunali Lorenzo Costa (Officine del sud) e Fabio Talarico (Catanzaro con Abramo)

“Il passaggio del Giro d’Italia da Catanzaro è avvenuto senza alcun problema di ordine pubblico grazie al grande lavoro messo in campo dall’apparato comunale che ha seguito le indicazioni del sindaco Abramo”. Lo hanno detto i consiglieri comunali Lorenzo Costa (Officine del sud) e Fabio Talarico (Catanzaro con Abramo).

“La macchina municipale che ha lavorato per giorni, impegnando diversi settori di Palazzo De Nobili, ha consentito che tutto scorresse alla perfezione. Un plauso particolare – hanno aggiunto i due esponenti della maggioranza – dobbiamo rivolgerlo al comando di Polizia locale. Nonostante le croniche carenze d’organico, i vigili urbani, guidati sulle strade dal tenente colonnello Franco Basile, hanno garantito un ottimo servizio d’ordine nell’arco di tutta la mattinata, per il Giro, poi nel tardo pomeriggio per la partita di campionato del Catanzaro. Non era facile e nemmeno scontato, considerando anche l’estensione e la conformazione del capoluogo calabrese, attraversato dalla carovana rosa per circa 14 chilometri, da Lido fino a rione De Filippis passando per Sala e il centro storico.

Tutto è filato liscio, così come nelle ultime occasioni in cui il Giro è passato, è arrivato o è partito da Catanzaro.

Per questo riteniamo sia doveroso ringraziare tutti i funzionari comunali, che hanno fatto il proprio dovere fin da quando si è saputo che in città sarebbe passata la carovana più amata dagli italiani. E la Polizia locale, che ha dato prova, per l’ennesima volta, della sua abnegazione e del suo spirito di servizio”.