Developer, quando la formazione crea occupazione

Concluso il percorso formativo di Tecnico della programmazione e dello sviluppo dei programmi informatici gestito dalla Cooperativa Servizi e Formazione

Più informazioni su

Si è concluso il 7 ottobre scorso il percorso formativo volto all’acquisizione della Qualifica Professionale di 4 livello EQF “Tecnico della programmazione e dello sviluppo dei programmi informatici – DEVELOPER”.

Il corso finanziato dal PAC Regione Calabria 2014/2020 ha visto  impegnati 16 allievi per un totale di 500 ore, di cui 375 ore di formazione teorico/pratica e 125 ore di stage e ha visto come capofila la Cooperativa Servizi e Formazione di Catanzaro, diretta dal dott. Giuseppe Tallini, in collaborazione con IFOA- Istituto di Formazione per Operatori Aziendali con sede a Reggio Emilia, Università di Bari – Dipartimento di Informatica – e importantissime aziende leader del settore dell’informatica sparse in differenti regioni d’Italia quali We Smart Srl, Scailab srl, Beside Tech srl,  Fmb Tubes Srl.

Il percorso portato avanti nonostante l’emergenza covid, si è articolato in attività d’aula poi proseguita in modalità FAD, digital learning, counseling individuale, e elaborazione di un project work finale anch’esso elaborato in FAD. A conclusione delle attività formative  gli allievi hanno sostenuto due giorni di esami in cui si sono cimentati in una prova multidisciplinare, una prova pratica e un colloquio orale vertente su tutte le materie studiate.

Obiettivo che le attività si sono prefisse – afferma Tallini – e che è stato realizzato in pieno, è stato quello di qualificare tecnici programmatori per lo sviluppo di programmi informatici e di applicazioni web-oriented al fine di sostenere la crescente domanda di personale qualificato nel settore ICT con particolare attenzione alle tecnologie della piattaforma Microsoft.Net e Java. In un contesto globale, caratterizzato da digitalizzazione e continua trasformazione, il mercato del lavoro evidenzia dei trends in cui le nuove generazioni e le nuove tecnologie sono dei fattori determinanti rispetto alla ridefinizione dei modelli di business e della forza-lavoro futura.

Per poter essere inseriti in aula i corsisti hanno dovuto sostenere una selezione in ingresso, in quanto trattandosi di un percorso tecnico molto specifico occorreva avere a monte già delle competenze di base che poi sarebbero state approfondite durante il percorso, pertanto, anche al fine di creare sinergia e rete con il territorio e con le scuole  del comprensorio, era stato richiesto ad alcuni istituti superiori del Catanzarese con in seno l’indirizzo informatico, di  volere contattare i diplomati degli ultimi tre anni, per informarli dell’opportunità esistente  così da dare loro la possibilità di investire su stessi con la frequenza di un percorso formativo finalizzato all’occupazione.  “Ma qui arrivano le dolenti note – rimarca il dott. Tallini – le scuole sono rimaste completamente sorde alla richiesta, quasi come se i ragazzi una volta terminato il ciclo formativo, non fossero più di loro competenza. Purtroppo ho constatato personalmente che ancora ad oggi, qualche dirigente scolastico non riesce a comprendere che il mondo della scuola e quello dell’impresa  non devono operare come  realtà separate bensì integrate tra loro, occorre superare l’idea di disgiunzione tra momento formativo ed operativo, al fine di guidare i giovani, anche al termine dell’ordinario ciclo scolastico, nella scoperta delle vocazioni personali, degli interessi arricchendo e integrando la formazione scolastica con l’acquisizione di competenze maturate “sul campo”. Tale condizione garantisce un vantaggio competitivo rispetto a quanti circoscrivono la propria formazione al solo contesto teorico, offrendo nuovi stimoli all’apprendimento e valore aggiunto alla formazione della persona”.

Alcuni degli allievi, ancora prima della conclusione delle attività,  sono stati contattati dalla aziende partner  nella logica di un graduale inserimento nei rispettivi contesti di lavoro. Questa è la prova che si tratta di profili professionali richiesti dal settore di riferimento. Siamo già all’opera per organizzare la seconda edizione del percorso al fine di offrire ai giovani del nostri territorio concrete opportunità occupazionali.

Più informazioni su