Giustizia: Tour calabrese di confronto con i lavoratori per la coordinatrice nazionale FP CGIL, Felicia Russo

Nei giorni scorsi si è tenuta la prima assemblea in presenza negli uffici giudiziari del Tribunale di Catanzaro

Ricco di contenuti, spunti di riflessione e risposte: è il segno di un continuo interesse che la FP CGIL nazionale e calabrese rivolge ai suoi iscritti, al mondo del lavoro e alle nuove domande che esso stimola.
A dimostrazione di questo, nei giorni scorsi si è tenuta la prima assemblea in presenza negli uffici giudiziari del Tribunale di Catanzaro.

Organizzata dalla FP CGIL area vasta Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia alla presenza anche del coordinatore Sergio Rotella, ha partecipato Felicia Russo, coordinatrice nazionale Giustizia FP CGIL.
Di fronte ad un’assemblea molto partecipata si è discusso delle problematiche dei lavoratori del mondo della giustizia, a partire dal loro futuro: lavoro agile, progressioni, riconoscimento della professionalità.
Russo ha evidenziato come sia necessario valorizzare il personale e prevedere un rinnovamento totale della gestione, anche verso la digitalizzazione del mondo del lavoro. In sostanza, questo significa cogliere il lato positivo dello smart working.

La coordinatrice nazionale ha ricordato come il lavoro agile abbia funzionato anche per il Ministero della Giustizia: “L’obiettivo principale è completare l’accordo del 26 aprile, e quindi il riconoscimento di quello che è stato fatto. Abbiamo dimostrato che la Pubblica amministrazione ha permesso alle istituzioni di andare avanti nonostante il Covid-19. Nessun ufficio pubblico è stato chiuso: abbiamo garantito i diritti ai cittadini. Nella giustizia non c’è stata una sola istanza urgente che non è stata evasa: tutti hanno avuto le risposte grazie ai lavoratori pubblici”.

A Lamezia Terme Felicia Russo ha incontrato anche i tirocinanti della giustizia iscritti al sindacato per dimostrare solidarietà e rinnovare l’impegno a sostegno della loro battaglia per la stabilizzazione. Solo a causa delle restrizioni dovute al Coronavirus, non è stato possibile incontrare i lavoratori non iscritti.
La coordinatrice nazionale Giustizia Felicia Russo si è recato anche a Reggio Calabria. In mattinata la sindacalista ha fatto visita in Tribunale, in Corte d’Appello e in Procura per conoscere i dipendenti ed ascoltare le loro problematiche ed i loro punti di vista.
Nel pomeriggio, Russo ha incontrato i tirocinanti della giustizia coi quali si è tenuta un’assemblea partecipata per discutere dei prossimi concorsi e delle future prospettive. Agli incontri ha partecipato il segretario generale Francesco Callea e della segretaria con delega ai tirocinanti Alessandra Neri.

Dopo aver ascoltato tutti gli iscritti e le loro problematiche, la coordinatrice si farà portavoce presso la federazione nazionale delle istanze rappresentate.