Quantcast

Tifosi, fatti di Catania: citati in giudizio i 37 supporters giallorossi

Accusati di aver danneggiato il bus che li portava allo stadio Massimino

Dovranno presentarsi a processo il prossimo 21 aprile alle ore 9-30 presso il tribunale di Catania i 37 tifosi del Catanzaro che furono prima daspati dalla Questura della città etnea perché accusati di aver rotto un vetro del bus che li portava allo stadio Massimino per assistere alla gara Catania – Catanzaro. Già alcuni di loro hanno “avuto giustizia” per una storia che per molti risultò grottesca ma che resta alle cronache giudiziarie. Anche la società del Catanzaro Calcio, all’epoca dei fatti, aveva espresso solidarietà ai 37 supporters per una decisione del Questore catanese che era sembrata discutibile. Ora , a conclusione delle indagini preliminari, il pubblico ministero cita in giudizio i 37 tifosi con l’accusa di danneggiamento per tutti a cui si aggiunge aggressione a pubblico ufficiale e violenza privata per uno di loro, il 37enne Andrea Talotta.

Di seguito i nomi degli indagati e il collegio difensivo:

Andrea Talotta: Catanzaro 1983 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Alessio Ansani: Catanzaro 1982 difeso dall’avvocato Francesco Ansani

Raffaele Aversa: Catanzaro 1975 difeso dall’avvocato Sebastiano Bordonaro

Liberato Brasile: Catanzaro 1985 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Claudio Battaglia: Catanzaro 1984 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Sergio Giuseppe Benincasa: Catanzaro 1996 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Vitaliano Canino: Catanzaro 1990 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Domenica Casaccio: Catanzaro 1989 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Francesco Chirillo: Catanzaro 1981 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Stefano Chirillo: Catanzaro 1999 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Mattia Floriano Corsi: Catanzaro 95 difeso dall’avvocato Francesco Pitaro, Vittorio Ranieri

Felice Cosco: Catanzaro 1992 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Andrea Costa: Catanzaro 1988 difeso dall’avvocato Antonio Abate

Vitaliano Costa: Catanzaro 1977 difeso dall’avvocato Antonio Abate

Kevin Costantino: Catanzaro 1992 difeso dall’avvocato Sebastiano Bordonaro

Benito Esposito: Catanzaro 1987 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Daniele Gambella: Catanzaro 1988 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Alfredo Gariano: Catanzaro 1984 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Gianluca Geracitano: Catanzaro 1987 difeso dall’avvocato Antonio Ludovico

Fabio Gigliotti: Catanzaro 1977 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Saverio Giordano: Catanzaro 1991 difeso dall’avvocato Michele Tucci

Carmelo La Face: Catanzaro 1988 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Salvatore Leonardi: Lamezia Terme 1988 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Giuseppe Mancuso: Catanzaro 1987 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Francesco Martino: Catanzaro 1978 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Alessandro Pistoia: Catanzaro 1982 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Gianfranco Pistoia: Catanzaro 1975 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Angelo Posca: Catanzaro 1970 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Vittorio Rosselli: Catanzaro 1978 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Domenico Rotundo: Catanzaro 1988 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Francesco Russo: Catanzaro 1986 difeso dall’avvocato Michele Tucci

Lucio Sferrazzo: Catanzaro 1978 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Eros Teobaldo: Catanzaro 1988 difeso dall’avvocato Giovanni Merante

Francesco Trapasso: Catanzaro 1984 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Giuseppe Trovato: Catanzaro 1964 difeso dall’avvocato Alessio Spadafora

Salvatore Tucci: Catanzaro 1982 difeso dall’avvocato Michele Tucci

Paolo Vaccaro: Catanzaro 1983 difeso dall’avvocato Cesare Russo

 

Per questi soggetti era già stato precedentemente revocato il Daspo seguito agli stessi episodi della stessa gara