Quantcast

Morte sulla Ss 106: sindaci Alto Jonio Catanzarese chiedono interventi al prefetto Cucinotta

“Situazione insostenibile e intollerabile. Agire tempestivamente per evitare ulteriori morti"

Chiedono l’intervento del prefetto di Catanzaro Maria Teresa Cucinotta i sindaci dei paesi dell’alto Jonio catanzarese dopo l’ultimo incidente sulla Ss 106 in cui ha perso la vita un ciclista 70enne tra Botricello e Cropani. I sindaci Francesco Mauro (Sellia Marina), Pietro Mancuso (Simeri Crichi), Salvatore Torchia (Sersale), Raffaele Mercurio (Cropani), Michele Ciurleo –(Botricello), Antonio Torchia (Belcastro)

“La Ss 106 -spiegano i primi cittadini dopo aver ricordato le vittime dei mesi scorsi sulla stessa strada – che attraversa i nostri territori dell’alto jonio catanzarese, è dunque un’arteria pericolosissima che ogni anno purtroppo continua a mietere vittime ed altresì registra tantissimi gravi incidenti” Parlano poi di situazione “insostenibile e intollerabile.Urge intervenire tempestivamente per evitare ulteriori morti”

A tal fine, chiediamo un suo autorevole intervento sul Ministero delle Infrastrutture e su Anas spa, più volte da noi sollecitata, per far sì che, con la massima urgenza si attuino intervento alcuni tra l’altro già finanziati, per la messa in sicurezza dell’arteria dell’Alto Jonio Catanzarese.

Qualora è nelle sue possibilità – concludono i sindaci – con piacere siamo disponibili ad incontrarla sin da subito per meglio esplicitare la problematica della SS 106 che, ormai, riveste carattere di urgenza improcrastinabile”. (Una foto dell’ultimo incidente di Botricello)