PalaGallo chiuso, Cavallaro a Pisano: “Chi lavora può sbagliare, gli altri possono solo criticare””

Cercherò di evitare che in futuro possano verificarsi tali disfunzioni

Dichiarazione dell’assessore allo Sport Domenico Cavallaro:

“A seguito dell’episodio verificatosi sabato 10 ottobre, in occasione di una partita di Coppa Italia di calcio a 5, del quale sono stato informato a distanza non essendo presente in città, ho provveduto a contattare nello stesso pomeriggio di sabato i responsabili della società catanzarese in questione per scusarmi dell’accaduto e assicurarli che l’inconveniente non si ripeterà più.

Premesso quanto sopra, in serata ho avuto il piacere di leggere la nota del consigliere Pisano (e di qualche suggeritore) che si preoccupava della magrissima figura che l’amministrazione comunale avrebbe potuto fare per aver aperto con un leggero ritardo la porta di un palazzetto. Al consigliere Pisano dico che sono ben altri gli avvenimenti che possono rendere creare una cattiva immagine dell’amministrazione comunale e di tutta la città.

Sicuramente il caro consigliere Pisano non comprende il fatto che chi lavora può sbagliare, mentre chi non lavora sicuramente è più libero e più lucido di criticare e impartire lezioni di sana e produttiva gestione.

Mi preme assolutamente smentire che l’organizzazione dell’assessorato allo Sport sia approssimativa e superficiale; ho avuto il piacere di lavorare in questi mesi con dirigente, funzionario e dipendente del suddetto assessorato ed ho apprezzato la precisione e la scrupolosità con cui svolgono il proprio lavoro, al punto di richiedere una maggiore flessibilità in considerazione delle caratteristiche delle associazioni sportive e delle grandi difficoltà che stanno affrontando in questo periodo.

Nell’ultimo mese abbiamo creato tutte le condizioni necessarie per riaprire il palazzetto in sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti, creando regolamenti adeguati alle normative anti-covid, fornendo attrezzature, dotando la struttura di idonea segnaletica e garantendo il giusto, e regolamentato, supporto da parte della Catanzaro Servizi. Sicuramente si sarà verificato qualche intoppo che ha provocato questo ritardo nell’apertura delle porte del Palazzetto. Me ne prendo la responsabilità e mi impegno perché questa disfunzione non si ripeta più.

Al contrario delle critiche rivolte ai dipendenti comunali dell’assessorato allo Sport, ho notato con piacere i complimenti che Pisano ha riservato allo storico custode dell’impianto. Nello stesso modo in cui cercherò di evitare che in futuro possano verificarsi tali disfunzioni, con altrettanta cura cercherò di capire chi era il vecchio custode, il motivo per cui è stato allontanato e i meriti che ha avuto per far nascere nel consigliere Pisano tanta nostalgia.

In merito agli attacchi che il consigliere Pisano sta riservando al sottoscritto sui social e nei corridoi degli uffici comunali con accuse di disattenzione, trascuratezza e inconsistenza, preferisco non rispondere perché non ritengo che questo squallido attacco personale meriti  una risposta pubblica. Sono comunque sempre disponibile ad accettare suggerimenti e consigli per una migliore gestione della cosa pubblica, senza che questo possa trasformarsi in squallidi attacchi, con reconditi interessi, che mal si coniugano con il mio modo di lavorare.

Sì, l’amministrazione comunale ha bisogno di gente che lavora e non di professori di violino che si limitano a criticare per aumentare il proprio consenso elettorale.

Come ho sempre dimostrato io sono pronto a confrontarmi con tutti su quelle che possono essere le migliori soluzioni per la gestione della cosa pubblica ma non mi abbasserò mai a discussioni prive di risvolti positivi per la nostra città”.