Scomparsa presidente Santelli, tante manifestazioni di dolore: il cordoglio del mondo politico e non solo

'La Calabria intera oggi è in lutto'. Le reazioni alla notizia della prematura morte

La Commissione Pari opportunità, l’ufficio delle consigliere di Parità e il comitato unico di garanzia della Provincia di Catanzaro esprimono profondo cordoglio per la scomparsa della presidente della Regione Calabria:  “Jole Santelli, morta a soli 51 anni, è stata la prima presidente donna della Calabria, persona appassionata, combattiva, sensibile e dedita all’ascolto. Ha lottato fino all’ultimo giorno contro la malattia portando avanti con impegno il suo incarico. Rivolgiamo alla famiglia della presidente Santelli le più sentite condoglianze”.

“Una donna di grande coraggio e carisma. La Calabria perde un pilastro. Ci stringiamo nel dolore ai suoi cari. Cosi’ Franco Maccari e Giuseppe Brugnano rispettivamente vicepresidente nazionale e segretario nazionale della Federazione Sindacale della Polizia di Stato Fsp. Jole e’ stata una donna ‘tosta’ che ha saputo affrontare a testa alta e con determinazione le problematiche di una terra difficile come la Calabria. Si e’ sempre spesa per la sua terra e l’ha portata avanti con orgoglio. La sua tenacia – proseguono – l’ha vista agguerrita contro un mostro che non le ha lasciato scampo. La Calabria perde un pilastro”.

“Conoscevo Jole da anni, e ne ho sempre apprezzato l’intelligenza, la competenza, la capacità di rendere gentile il suo autorevole profilo istituzionale, impreziosendolo di una grande carica di umanità. In questi mesi ho avuto il privilegio di collaborare con una donna che ha saputo dimostrare in poco tempo, e in una situazione di grave emergenza, la capacità di guidare e dare una prospettiva ad una regione schiacciata da problemi antichi e dalla rassegnazione. Non ha chiesto sconti per la sua malattia, che ha affrontato in maniera intima e con grande coraggio, ed anzi ha tentato in ogni modo di strapparle tempo per realizzare, giorno dopo giorno, il sogno di cambiare la Calabria e farla diventare una regione viva, dinamica, orgogliosa. Uno specchio della sua voglia di vivere, del suo dinamismo, del suo orgoglio di donna calabrese. La sua scomparsa ha addolorato e commosso l’Italia intera, e ha lasciato l’esempio di una donna tenace e coraggiosa, che amava la sua terra più di ogni altra cosa. Una donna di cui la Calabria deve essere fiera”. Così il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale Filippo Pietropaolo.

L’Ordine degli Assistenti Sociali della Calabria e tutta la Comunità professionale, esprimono profondo cordoglio per la scomparsa della Governatrice Jole Santelli, immatura ed improvvisa. Jole Santelli resterà nella mente e nel cuore dei calabresi un fulgido e appassionato esempio di declinazione dei doveri istituzionali, espletati prioritariamente rispetto alla tutela della sua stessa
persona.

“Tutto il coordinamento cittadino  di Fratelli d’Italia Lamezia Terme, nello stringersi alla famiglia in un caloroso abbraccio, intende esprimere il proprio cordoglio per la prematura scomparsa della presidente della Regione Calabria Jole Santelli, una protagonista di assoluto primo piano nella vita politica regionale e nazionale. Resterà per sempre nella memoria storica della nostra terra.

Intenso è stato il suo impegno, così come la sua professionalità, la sua competenza e la sua caparbietà che l’hanno portata a realizzare il sogno di guidarla dopo le gloriose e pluriennali esperienze da parlamentare. Un evidente ed elevatissimo tasso di “calabresità” il suo, mai nascosto ed a volte e dignitosamente, quasi ostentato, che resterà per sempre però nelle nostre memorie e che ci aiuterà a ricordare per sempre, i valori immensi che risiedevano in lei così come nel popolo della nostra amata Calabria. La ricorderemo come una splendida “Calabrisella” che ha portato avanti i valori importante dei nostri conterranei e che si riscontrano anche in uno scritto di Corrado Alvaro: la dignità è al sommo di tutti i pensieri ed è il lato positivo dei calabresi. Riposa in pace”.

“Opinioni politiche diverse, valutazioni su fatti recenti che hanno riguardato la nostra regione completamente contrapposte. Questo non ci impedisce di esprimere il nostro più profondo cordoglio per l’improvvisa scomparsa dell”on. Jole Santelli. E’ proprio in questi momenti di grande dolore che bisogna saper distinguere tra le differenze politiche e il rispetto per la morte di una giovane donna ai vertici dell’esecutivo regionale. Esprimiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia”. Sono le parole di Mario Vallone, coordinatore Anpi Calabria.

“Il presidente, il consiglio direttivo e tutti i gli iscritti dell’associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, in questo momento di dolore per la prematura scomparsa del Presidente della Regione Calabria On. Jole Santelli, esprimono ai Familiari, ai parenti, agli amici tutti ed all’intera comunità calabrese sentimenti di cordoglio e di vicinanza ideale”.
“La scomparsa di Jole Santelli mi sconvolge e rattrista profondamente.  Una donna tenace e caparbia. Jole fino alla fine è  riuscita a coniugare  profondo senso del dovere, passione e spirito di servizio verso la politica e anche in questo suo ultimo percorso istituzionale  una forte  sensibilità verso i problemi della Calabria”

Il mio personale rapporto con Jole nasce fin dagli anni universitari  ed è proseguito con la comune passione per la politica. Molti i punti di incontro e tante le battaglie comuni in Parlamento in favore del Sud e della Calabria ma anche punti di vista e posizioni diverse rappresentate sempre e comunque con equilibrio e rispetto reciproco ”.

Così l’ex deputato Giuseppe Galati  che aggiunge  “la prematura scomparsa di Jole lascia un vuoto profondo ma soprattutto un insegnamento e una testimonianza di coraggio. Mi stringo alla sua famiglia, alle sorelle Paola e Roberta ed ai suoi tanto amati nipoti in questo momento di grande dolore, consapevole del fatto che – conclude – ciò che ha lasciato Jole costituirà un dono per ciascuno di noi”.

I vertici di Legacoop Calabria, e l’organizzazione tutta, esprimono il proprio cordoglio per la prematura scomparsa della presidente della Regione, Jole Santelli. “Non ci sono parole per descrivere il profondo dispiacere e il senso di vuoto che si prova nell’apprendere questa triste e inaspettata notizia – si legge nella nota di Legacoop -. Davanti alla morte di una donna così solare, determinata, vitale e appassionata, le divergenze politiche o i contrasti amministrativi scompaiono davanti al muto dolore della perdita. Il nostro pensiero, quindi, va prima di tutto ai famigliari, agli amici, ai collaboratori ai quali esprimiamo solidarietà. La presidente Santelli ha combattuto a testa alta contro la malattia, senza farsi mai piegare: ha creduto nelle potenzialità della Calabria dove ha scelto di tornare dopo essere stata parlamentare e sottosegretaria, si è mossa spinta dalla passione e dalla determinazione, ha provato a scrivere una storia diversa per questa terra difficile. A lei va quindi il nostro pensiero commosso e un grazie”.

Con tristezza ho appreso della prematura morte di Jole Santelli. L’ho conosciuta durante la campagna elettorale delle regionali 2020 e, sebbene avessimo un’idea diversa sullo sviluppo della Calabria, il nostro rapporto è stato franco e cordiale. Porgo sentite condoglianze alla famiglia e a quanti l’hanno conosciuta. Così Francesco Aiello, professore  ordinario di Politica Economica (UniCal)

“Le farmacie calabresi- si legge in una nota di Federfarma Calabria –  hanno appreso con profondo sgomento della scomparsa della Presidente della Regione Jole Santelli ed esprimono le proprie condoglianze ai famigliari in questo momento di grande dolore.
Si tratta di una grave perdita che colpisce la nostra Regione in un momento difficile. Partecipiamo al lutto insieme a tutti i calabresi e siamo vicini alle persone che le erano care”.
“Addio Presidente, il Tuo ricordo, le idee e la Tua generosità rimarranno indimenticabili. Il cuore è pieno di tristezza, ma anche di profonda gratitudine. La tua presidenza è stata breve ma intensa! Un soffio, un sorriso, una corsa. Le più sentite condoglianze alla famiglia”. Così il consigliere regionale Pietro Molinaro.

“La Calabria oggipiange la scomparsa della sua Presidente, Jole Santelli, che se ne è andata improvvisamente nella notte, lasciando un vuoto doloroso in tutta la comunità. E’ stato troppo breve il lasso di tempo che l’ha vista ricoprire il complesso ruolo di guida della Regione, designata da Forza Italia ed eletta a gran voce dai calabresi, in un periodo storico tra l’altro  segnato dall’emergenza covid. Eppure, dallo scorso febbraio, Jole Santelli aveva affrontato tutti i problemi senza mai arretrare di un centimetro, mettendoci tutta se stessa, per rappresentare e salvaguardare il bene, gli interessi e i diritti dei calabresi. Il traguardo della presidenza della giunta regionale era stato il coronamento di un cammino politico che l’ha vista attraversare tutti i livelli istituzionali, da parlamentare, sottosegretario e amministratore. In ogni fase ha sempre dimostrato l’impegno, la passione e la dedizione che tutti le hanno sempre riconosciuto, anche nei periodi più difficili. Lottando fino all’ultimo, ha lasciato un’impronta nella storia regionale. In questo momento doloroso, voglio esprimere il mio più profondo cordoglio e commossa vicinanza alla sua famiglia”. Sono le parole del vicepresidente della Provincia di Catanzaro Antonio Montuoro.
Gli Stati Generali delle Donne esprimono vivo cordoglio per la scomparsa della presidentessa della Regione Calabria, on.le Jole Santelli.
La responsabile nazionale, Isa Maggi, e la Coordinatrice del Comitato regionale della Calabria, Elena Morano Cinque, rivolgono sentire condoglianze alla famiglia per la scomparsa prematura della prima presidente donna della Regione Calabria. Soltanto pochi mesi fa, gli SGD avevano presentato il Patto per le Donne della Calabria e in quella occasione il movimento ha avuto modo di apprezzare la grande capacità di ascolto e la voglia di fare della presidente Santelli. La notizia della sua scomparsa lascia tutti senza parole.La Calabria intera oggi è in lutto.