Quantcast

Giornate Fai d’autunno a Tiriolo

Quest’anno un doppio week- end con il FAI per le Giornate d’Autunno: 17 e 18 Ottobre 24 e 25 Ottobre

Più informazioni su

 

Il programma delle giornate d’autunno di Ottobre è molto accattivante, diversificato e adatto a tutte le passioni e tutte le età. Il borgo di Tiriolo sarà mostrato da prospettive inconsuete, saranno proposte al pubblico visite speciali, saranno coinvolti archeologi, esperti della flora e della fauna autoctone, produttori che praticano l’agricoltura biologica, artisti ed artigiani. Per le vie del centro si potranno incontrare provetti schermitori in costume e le pacchiane con i loro abiti tradizionali, mentre gli artigiani sveleranno i segreti della loro arte.

Per la prima volta, inoltre, verranno esposte al pubblico preziose pergamene cinquecentesche recentemente restaurate. Storia, tradizioni e antichi saperi saranno il fulcro dell’itinerario e ci aiuteranno a riscoprire un mondo che, malgrado sia sotto i nostri occhi, non sempre sappiamo apprezzare o conosciamo.

Il tutto nella massima sicurezza, conformemente a quanto previsto dalla normativa nazionale anti Covid. A tal proposito è bene prenotarsi sul sito faiprenotazioni.fondoambiente.it e scegliere il/i percorsi preferiti e l’orario della visita.  Per questa edizione delle Giornate FAI d’Autunno 2020, dedicata a Giulia Maria Crespi, scomparsa lo scorso luglio, la Delegazione FAI di Catanzaro propone 3 itinerari:

Itinerario:

Sabato mattina 17 Ottobre: Il cammino di re Niliu: una passeggiata lungo le pendici di Monte Tiriolo a stretto contatto con la natura. Se si è fortunati si può assistere al volo del Falco Pellegrino, una specie in via di estinzione. Custode di storia e leggende, sulla cima del monte si trovano: una Chiesa e una cittadella fortificata di epoca bizantino-normanna oltre a numerose grotte intorno alle quali sono nate molte leggende, come quelle di re Niliu e del suo mitico tesoro, storie che saranno raccontate dai volontari dell’Associazione I Tesori dell’Istmo. Sul posto, per una consulenza del tutto eccezionale, l’archeologo prof. Francesco Cuteri e l’ornitologo Domenico Bevacqua.

Sono previsti tre turni: ore 9, ore 10 e ore 11. Partenza da piazza 4 novembre

II itinerario:

Domenica 18 e domenica 25 Ottobre mattina: visita al borgo di Tiriolo.

Il borgo, giudicato tra i 12 più belli della Calabria, è adagiato su un’altura da cui si possono ammirare contemporaneamente sia il mar Tirreno che lo Ionio. Si potrà passeggiare per le vie dell’antico borgo e ammirare i palazzi storici e le antiche Chiese, con i loro preziosi Crocifissi e rare pergamene, visitare il parco archeologico di Giammartino, con il palazzo dei Delfini, splendidamente decorato e soffermarsi di fronte al monumento di Ulisse bifronte, del maestro Maurizio Carnevale. E, ancora, conoscere abili artigiani che con mani esperte lavorano il legno per dar vita a strumenti musicali antichi, elaborate sculture e maschere apotropaiche o trasformano i filati in magnifiche creazioni apprezzate in tutto il mondo.

Partenza dall’Antiquarium di Tiriolo. Gruppi ogni mezz’ora a partire dalle ore 9 fino alle ore 11,30

III itinerario:

Sabato mattina 24 Ottobre: visita alla Fattoria didattica Torchia.

La Famiglia Torchia organizzerà una passeggiata alla scoperta dell’uliveto, un incontro con il pastore, una visita al laboratorio del latte e al frantoio. Sono previsti due turni: alle ore 9,30 e alle ore 10,30. Ci si incontra direttamente alla Fattoria in località Pratola

 

In considerazione dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19, saranno formati gruppi di massimo 15 persone che partiranno scaglionati seguendo un percorso di visita a senso unico, al fine di non far incontrare i gruppi.

Più informazioni su