Napoli: attacco alle forze dell’ordine, Allotta (P.N.F.D) inammissibile

Ora attendiamo risposte rigide e severe dal Governo

“Un attacco violento e preordinato” – cosi in una nota Ettore Allotta   Segretario Provinciale Polizia Nuova Forza Democratica   (P.N.F.D) ha stigmatizzato gli eventi accaduti nella Regione Campania nel corso della notte tra il 23 e 24 ottobre. Le Forze dell’Ordine sono state – vigliaccamente – attaccate da delinquenti che – certamente – non hanno nulla a che fare con i dimostranti pacifici che contestavano le restrizioni attuate dal Presidente della Regione Campania ma che hanno utilizzato questa manifestazione al fine di creare volutamente situazioni di crisi con l’intento di delegittimare la forze dell’Ordine.

Grazie alla grande professionalità e serietà degli appartenenti alle Forze dell’Ordine da sempre impegnate sul territorio – continua Allotta- è stato possibile evitare che gli eventi sfociassero in situazioni ben più gravi che avrebbero potuto aumentare la conta dei feriti.

Quanto accaduto deve far riflettere e non deve far passare questo inaudito attacco come un semplice degenerare della situazione durante la manifestazione di protesta poiché così non è: si è trattato di un vero e proprio attacco mirato alle forze dell’Ordine.

Esistono, fortunatamente, numerose video riprese che – sicuramente- potranno essere d’ausilio agli inquirenti per il riconoscimento di questi soggetti che hanno dato origine e continuazione alla guerriglia urbana.

Ci attendiamo – continua Allotta – che vengano presto identificati e puniti in maniera esemplare dalle vigenti leggi che devono essere applicate rigidamente perché le forze dell’Ordine rischiano la propria vita quotidianamente nella loro lunga lotta alla criminalità e alla delinquenza ed è impensabile che anche durante le manifestazioni di protesta debbano ulteriormente rischiare la loro incolumità a causa di soggetti facinorosi che infiltrandosi tra la folla danno vita ad inammissibili guerriglie urbane.

Ora attendiamo risposte rigide e severe dal Governo e da chi maggiormente lo rappresenta nelle alte sfere poiché gli agenti di polizia hanno bisogno di sentire la vicinanza delle istituzioni e di lavorare e operare con serenità.

Si sa bene che la situazione nel periodo in corso va sempre peggiorando a causa di una pandemia che non accenna a rallentare ed è, pertanto,  prevedibile che vi siano delle ulteriori restrizioni che saranno assunte a tutela del cittadino e ciò comporterà probabilmente altre manifestazioni a causa del malcontento della cittadinanza. Ma manifestare è legittimo aggredire in maniera preordinata le forze dell’ordine non è ammissibile. Si auspica – conclude Allotta – in una ferma risposta delle Autorità a quanto accaduto nei confronti delle forze dell’Ordine.