L’impresa sportiva (e anche emotiva) di Luca Mancuso oggi è un docufilm

Un documento che parla di sport, ma anche di amore e di Calabria

Più informazioni su

Ci sono imprese che possono essere solo vissute. Perché a raccontarle si rischia di perdere le emozioni, l’adrenalina. Le parole descrivono, ma non abbastanza. Le immagini catturano, ma non tutto. Eppure, perché un’impresa resti, perché se ne possa parlare servono anche parole ed immagini, che sapientemente mixate, scelte, curate, restituiscono a chi l’ha vissuta e a chi ne ha solo sentito raccontare, tutte le emozioni, l’adrenalina, la potenza di una sfida che ad un certo punto è per se stessi, non più contro qualcuno. E Luca Mancuso tutto questo lo ha vissuto e fatto vivere a Settembre, quando dopo mesi di preparazione, ha affrontato le prove previste dal Triathlon. La Calabria, con il suo mare grosso, il caldo torrido, il suo vento, la sua pioggia, percorsa a nuoto, in bici, di corsa.

Luca Mancuso arrivo

La forza dell’affetto di amici e famiglia

Non  c’è una competizione da affrontare, non c’è un pubblico ad applaudire, ci sono però, strada facendo, traguardi da tagliare, sostenuti dalla forza di volontà, oltre che da quella fisica, e da gruppi di amici, di vecchia data o che via via si incontrano e diventano tali, dall’amore di una donna, che è anche sostegno, e da un “forza papà” gridato da un bimbo ad ogni partenza e ad ogni arrivo.

Il docufilm firmato Maurizio Sestito

Ecco, se   tutto questo, Luca Mancuso lo ha vissuto,   Maurizio Sestito è riuscito a  “fermarlo” in un docufilm. Un documento in cui le emozioni non sono contrapposte alla forza fisica ma anzi la sostengono, in cui c’è spazio per la soddisfazione per i risultati raggiunti ma anche per l’amore che accoglie a braccia aperte.

Perchè nessuna impresa sportiva può essere affrontata senza una spinta emotiva che diventa benzina per la motivazione ad andare avanti.

Kalavrìa e la sfida sportiva di Luca Mancuso è oggi un docufilm, in cui l’impresa vissuta è raccontata e non solo esposta. Un documento video in cui parla il mare, l’incitamento dei supporter, la voce di un bimbo, il bacio di una donna e la voce affannata di un protagonista, stanco ma felice. Un documento video in cui si parla di sport, ma anche di amore e di Calabria.

Più informazioni su