Quantcast

“Continuiamo ad Amare”, una iniziativa per premiare chi tutela i più deboli

L'associazione Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore rende omaggio ai suoi soci più caparbi e attivi

Nella giornata del 35° Anniversario dalla sua costituzione, l’associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” della città di Catanzaro nella parrocchia di San Pio X, si è fatta promotrice dell’iniziativa “Continuiamo ad Amare”, nel corso della quale si sono voluti ricordare alcuni soci e premiare dei giovani che si sono distinti per la loro tenacia e caparbietà. Si sono voluti ricordare i soci – alcuni fondatori –  “per aver deciso di mettervi in azione per dar voce a chi soffriva nella nostra città attraverso un’associazione dal nome altisonante “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” che richiamava la sua mission tutelare i diritti dei più deboli. E così senza alcun timore, avete creato una squadra eccezionale: avvocati, insegnanti, dottori a servizio della nostra comunità denunciando ai servizi sociali del Territorio molti casi di disagio registrando, per molti di essi, un lieto fine.

(L’insegnante e socia dell’associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore”, Carlotta Grisolia, premia per il Diritto alla Famiglia)

Famiglie dalle baracche di lamiera a una decente sistemazione, minori maltrattati, abusati avviati in istituto o a case famiglie, inadempienti all’obbligo scolastico iscritti o riportati a frequentare, bambini mai vaccinati accompagnati alle Asl per la profilassi. […] Si è dato il via a 346 progetti sperimentali a sostegno di minori e famiglie intervenendo sul sostegno alla genitorialità, sul tempo libero, sulla scuola, sulla salute come “Ospedale Allegro” che va avanti da ormai 20 anni coinvolgendo nella sua mission stare accanto a bambini e famiglie ricoverate nei reparti pediatrici dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, nuove leve di giovani volontari, mettendo in pratica il vecchio proverbio l’unione fa la forza.” (dalla lettera in ricordo dei soci dell’associazione Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore)

(Il Presidente dell’Associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” Daniela Fulciniti)

In questi 35 anni di attività, l’associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore”, ha modificato il suo modo di operare, mantenendo però sempre fede alla tutela e al benessere del prossimo. Negli anni, dalla povertà alimentare, abitativa e materiale si è passati a fronteggiare anche quelle che possiamo definire come “nuove forme di disagio” quali: mancanza di relazioni sociali, di ascolto, di sostegno psicologico e sociale, di supporto affettivo e morale, di figure adulte di riferimento per le giovani generazioni. Di fatto, nei giorni di martedì e venerdì mattina dalle ore 9:30 alle ore 12:00 l’associazione nella sede operativa, sita in via XX Settembre n, 26 offre – previo appuntamento chiamando al numero 0961.727272 –  tutti questi servizi. Nel corso dell’evento “Continuiamo ad Amare” l’associazione ha voluto dare risalto a quei diritti in cui crede e che continua a difendere, facendo emergere la bellezza della vita e della forza della resilienza quando le persone si sentono sostenute, supportate e incoraggiate ma non forzate, sempre avendo rispetto dei tempi, dei desideri e delle potenzialità di ciascuno. Per il diritto alla famiglia, abbiamo voluto premiare n. 4 famiglie di alunni dell’I.C. “Manzoni” per le bellissime testimonianze che ci hanno riportato durante il primo lockdown, partecipando a un concorso “Per riscoprire la bellezza di essere famiglia” indetto dalla suddetta associazione con il contributo della Camera di Commercio di Catanzaro.

(Luigi Bullotta Consigliere della Fondazione Pina Gigliotti, premia per il diritto allo studio la studentessa Gioia Prudente dell’I.C. “Pascoli-)

L’obiettivo dell’iniziativa era sensibilizzare le famiglie a guardare al periodo di isolamento come un’opportunità per dialogare di più con i figli, ascoltarsi reciprocamente e dunque riappropriarsi di quelle relazioni affettive importanti un po’ trascurate per la frenesia della quotidianità.

(Federico Bonacci socio dell’Associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” premia per il diritto allo studio la studentessa Fatima Ezzahra Syaf dell’ITAS “Chimirri”)

Per il diritto allo studio, la Fondazione Pina Gigliotti ha voluto premiare una studentessa del’I.C. “Pascoli-Aldisio” per aver dimostrato grande senso di responsabilità, diligenza e puntualità nell’impegno scolastico, nonché curiosità nell’apprendimento e per la sua generosità nel condividere il sapere con i compagni che hanno difficoltà. L’associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” ha voluto premiare due studentesse di origine straniera dell’ITAS “Chimirri” e dell’ITC “Grimaldi Pacioli” per aver affrontato con coraggio e determinazione le difficoltà incontrate nel loro cammino e aver dimostrato un’ardente tenacia e forza di volontà nello studio e nell’amare la cultura.

(Federico Bonacci socio dell’Associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” premia per il diritto allo studio la studentessa Manal Azri dell’ITC “Grimaldi Pacioli”)

Per il diritto al tempo libero l’associazione ha creato il premio “Il sorriso di Aurora” in ricordo della piccola Aurora, nonostante la sua breve esistenza è stata esempio di generosità, forza, speranza e dignità. Con  “Il sorriso di Aurora” abbiamo voluto premiare un giovane combattente del reparto di ematoncologia pediatrica dell’A.O. “Pugliese-Ciaccio”, perché la sua forza e la sua positività straordinarie riescono a contagiare chi gli sta intorno. Infine, grazie al contributo del Bar Anna ’70, con il quale abbiamo già collaborato quest’estate, offrendo ogni pomeriggio la merenda ai bambini che hanno frequentato le attività del nostro centro estivo, abbiamo dato un ulteriore premio a una bambina di origine straniera che si è distinta nel corso delle attività, per la sua determinazione e le idee chiare su che tipo di persona vuole essere e diventare da grande.

Questi premi per noi significano speranza! È vero, nel mondo e maggiormente in questo periodo di pandemia ci sono dolori, sofferenze e diritti negati, ma noi vogliamo premiare la resilienza di queste giovani generazioni e siamo pronti a supportarli e sostenerli ogni qualvolta ne abbiano bisogno. Crediamo fermamente nella nostra mission e crediamo fortemente negli esseri umani! Fin quando ci sarà qualcuno che versa in uno stato di bisogno, qualsiasi tipo di bisogno esso sia, l’associazione interverrà!

Un grazie speciale a Don Franco Isabello, attuale parroco della parrocchia San Pio X non solo per averci ospitato, ma per aver gettato il seme buono che ha fatto nascere 35 anni fa l’Associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore”.

(Miriam Azzurra Tolomeo operatrice sociale volontaria dell’Associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” consegna il premio per “Il sorriso di Aurora” alla dott.ssa Sara Granato psicologa dell’Associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” che lo consegnerà al vincitore)

(Miriam Azzurra Tolomeo operatrice sociale volontaria dell’Associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” consegna il premio offerto dal “Bar Anna ‘70” a Rosa Scalise socia dell’Associazione “Tribunale per la Difesa dei Diritti del Minore” che lo consegnerà alla vincitrice)