Quantcast

“Intitolare una piazza al personale medico morto per covid”

La proposta di Stefano Veraldi dopo la morte del dottor Battaglia

“Sento il dovere, di proporre per il tramite del mio amico e, Presidente del Consiglio del Comune di Catanzaro Marco Polimeni, di inserire all’interno dell’O.D.G. di uno dei prossimi consigli comunali l’intitolazione di una strada o una piazza ai medici, infermieri e al personale sanitario che in questo periodo  è impegnato nella cura dei pazienti Covid sia negli ospedali sia nelle rsa e strutture varie, specialmente a coloro che hanno perso la vita durante lo svolgimento del loro lavoro come il nostro Dott. Annibale Battaglia, uomo buono e umile, sottratto della sua missione da questo maledetto Virus. E’ quanto scrive in una nota Stefano Veraldi.

Purtroppo, ogni giorno, il numero dei medici che muoiono aumenta così come puntualmente aggiornato costantemente dalla Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri
Mi auguro che anche il nostro Prefetto voglia caldeggiare questa proposta, al fine di rendere a perpetua memoria indelebile il ricordo di chi si è immolato per curare i pazienti.
È chiaro che la scelta, se presa in considerazione, sarà effettuata in libera autonomia della commissione toponomastica cittadina.
A tal proposito, al fine di rendere maggiormente forte il senso della proposta, vorrei ricordare le parole di Papa Francesco e del Capo dello Stato nel ricordare la strage dei medici. Il Santo Padre ha detto: “sono i santi della porta accanto” morti come “soldati al fronte”; il presidente Mattarella ha espresso gratitudine a tutti quei medici che “pagano con la loro vita”.

Nel momento della pandemia mondiale, sono sicuro che tutta la città di Catanzaro vuole esprimere un sentimento di riconoscenza verso questi splendidi professionisti e volontari che hanno perso la vita cercando di aiutare il prossimo.