Quantcast

Dall’inchiesta Glicine al Cd secretato, gli intrecci tra politica e ‘ndrangheta già svelati e quelli che fanno tremare

Sono molte le elezioni finite nel mirino degli investigatori. La Dia aveva refertato diversi legami

Agosto 2019, l’indagine che prenderà a novembre 2020 il nome di Farmabusiness è nel pieno per ciò che concerne l’attività investigativa. I nomi si incrociano spesso , e questo origina molto materiale che bisogna filtrare e soprattutto mettere insieme per blindare le teorie accusatorie. Alla Dda di Catanzaro, nelle persone di  Nicola Gratteri, Domenico Guarascio e Paola Sirleo, arriva anche un informativa dei Ros, servizio centrale.

Indagine glicine e quei frutti che contengono semi velenosi

L’oggetto è “Indagine Glicine- I rapporti tra Tallini Domenico e Scozzafava Domenico.” Non inganni il nome dell’inchiesta che riporterebbe subito alla mente i fiori, in realtà i frutti sono dei legumi e contengono semi velenosi.

Gli intrecci tra Gaglianesi, Grande Aracri e Mezzagatti e le refertazioni della Dia

Al di là delle spiegazioni letterali dei nomi delle inchieste, in quell’informativa in premessa si legge che con delega di tre anni fa, novembre 2017 i Ros avevano già acquisito e trasmesso  delle refertazioni della Dia, al fine di sviluppare e approfondire una serie di rapporti tra imprenditori, politici, ed elementi connessi ad alcune cosche di ‘ndrangheta, tra le quali i cosidetti  Gaglianesi (collegati agli Arena di Isola Capo Rizzuto , i Grande Aracri di Cutro, i Mezzagatti di Oppido Mamertina. Ad agosto 2018, qualche mese dopo le elezioni politiche, i Ros subentrano alla Dia nelle intercettazioni che riguardavano proprio Domenico Tallini.

Scozzafava a Tallini: “dove bisogna  posizionare la croce alle elezioni?”

Ma la Dia aveva già documentato che durante le elezioni per il rinnovo del consigli comunale del 2017 Scozzafava chiedeva a Domenico Tallini “dove posizionare la croce”. C’è un impegno tale di Domenico Scozzafava che arriva ad impegnarsi addirittura a far cambiare intenzioni di voto agli elettori di un altro candidato sindaco, prima attraverso il voto incrociato, poi, nel ballottaggio, attraverso la preferenza per il candidato di centrodestra

Quasi tutti i candidati indicati da Domenico Tallini riescono a conquistare un posto nell’aula rossa di Palazzo De Nobili, I rapporti tra i due si cementificano fino ad arrivare alle elezioni politiche del 2018 e infine a quelle regionali del 2020.

Quel Cd ancora omissato che fa tremare la politica locale

Ma è la copia di un Cd, ovviamente al momento omissato che fa tremare e non poco la politica locale. A luglio 2020  sempre il Ros centrale produce un’informativa che sarà agli atti dell’ordinanza di Farmabusiness, nel quale si fa riferimento alle elezioni comunali del 2017, ma ancor di più a quelle regionali di gennaio 2020. In pari data, anche i Carabinieri di Catanzaro mettono la loro firma sullo stesso argomento, elezioni regionali 2020 al punto da produrre una scheda sui flussi elettorali a quella tornata. Scheda che secondo la valutazione degli investigatori è già da sola sufficiente per capire alcuni intrecci. E oggi, per chi legge la montagna di carte che compongono Farmabusiness, è sufficiente per credere che questa sia solo uno dei tanto capitoli scritti dagli investigatori.