Quantcast

In Marocco è previsto solo il divorzio senza separazione, il tribunale di Catanzaro applica quel diritto

Le due persone hanno chiesto di sciogliere il matrimonio come è previsto nel loro Paese d'origine

La prima Sezione Civile del Tribunale di Catanzaro, in composizione collegiale, ha accolto il ricorso per “divorzio diretto” ovvero senza passare dalla fase della separazione giudiziale proposto congiuntamente da due coniugi di nazionalità marocchina. Il Tribunale, accogliendo la tesi degli Avvocati Maria Adalgisa Iuliano e Francesco Ansani ha pronunciato il divorzio dei coniugi applicando il Regolamento dell’Unione Europea che prevede per i coniugi stranieri il diritto di sciogliere il loro matrimonio in Italia chiedendo l’applicazione della Legge del proprio paese di origine. Ed infatti, il diritto dello Stato del Marocco non prevede la separazione ma solo il divorzio per mutuo consenso, con o senza condizioni. I legali Maria Adalgisa Iuliano e Francesco Ansani esprimono soddisfazione per quanto statuito dal Tribunale di Catanzaro con una pronuncia che ha pochi precedenti in Italia.