Quantcast

Sopralluogo ministro aula bunker, il procuratore di Vibo: “Catanzaro trascurata negli anni”

"Noi siamo dovuti andare a Rebibbia per l’udienza preliminare, magari in futuro anche da Reggio o dalla Sicilia potranno sfruttare quest’aula che è una grande opportunità per la giustizia italiana”

“È importante che ci sia il ministro perché è un segnale di vicinanza sia per la giustizia calabrese che a tutto l’impegno – è un riconoscimento anche per tutto l’impegno che ci abbiamo messo” Così il Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia Camillo Falvo, in un’intervista a margine del sopralluogo del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede dell’aula bunker allestita per ospitare il processo “Rinascita-Scott” a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro.

Aula bunker bonafede falvo

“Siamo sotto organico”, ha aggiunto il procuratore: “Noi l’abbiamo segnalato più volte. Io da ultimo l’ho segnalato a Catanzaro e a Vibo quando è venuta anche la commissione parlamentare antimafia. Spero che il ministro riesca a prendere sempre più coscienza di quella che è la situazione reale calabrese e di quanto è stata, negli anni, trascurata Catanzaro, il distretto di Corte d’Appello di Catanzaro”.

Aula bunker

“L’idea dell’aula bunker nasce non solo per “Rinascita-Scott”, ma per tutti i processi che potranno essere trattati, sia quelli calabresi che addirittura anche quelli di altre regioni, di altri distretti di Corte d’Appello che magari non sono così attrezzati, come non lo era Catanzaro fino a quando non è stata realizzata quest’opera. Noi siamo dovuti andare a Rebibbia per l’udienza preliminare, magari in futuro anche da Reggio o dalla Sicilia potranno sfruttare quest’aula che è una grande opportunità per la giustizia italiana”.