Quantcast

Spaccio di kobret, arrestato un 59enne di Carlopoli

I controlli continueranno in modo serrato nei giorni di festa

Il contrasto ai fenomeni delinquenziali legati alle sostanze stupefacenti continua a rappresentare una priorità per i Carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli, spinti anche dal fine di far comprendere a tanti ragazzi l’importanza di vivere liberi dalla droga.

Con queste premesse prosegue l’azione dei militari, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio, finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità. Nel pomeriggio di lunedì 14  i Carabinieri di Carlopoli, nel corso di un servizio di un comune posto di controllo, fermavano un’utilitaria con alla guida un 59enne di Carlopoli, già noto agli Uffici. Lo stesso veniva sottoposto a perquisizione personale e veicolare che dava immediatamente esito positivo: venivano infatti rinvenuti, indosso alla persona, 5 bussolotti contenenti complessivamente 5 grammi di sostanza stupefacente del tipo kobret, sostanza derivante dagli scarti dell’eroina e dalla lavorazione dell’oppio, nonché 150 euro in contante, ritenute provento dell’attività di spaccio.

Le successive attività, estese presso l’abitazione e presso altre pertinenze nella disponibilità del predetto, consentivano di recuperare pochi grammi di altra sostanza stupefacente del tipo marijuana e un bilancino elettronico.

Quanto rinvenuto è stato opportunamente sequestrato e, la sostanza stupefacente, previa campionatura, inviata al LASS di Vibo Valentia per gli accertamenti di rito. L’uomo è stato dichiarato in stato di arresto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, dopo le formalità di rito, ristretto in regime degli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo.

A seguito di udienza celebrata nel pomeriggio odierno davanti al Tribunale di Lamezia Terme, l’arresto è stato convalidato. I controlli del territorio in genere e, in particolare, per contrastare il traffico di stupefacen –  annuncia il Comandante della Compagnia di Soveria Mannell – continueranno in modo serrato nei prossimi giorni, a ridosso e durante le Festività, onde evitare che altra sostanza stupefacente come quella sequestrata oggi possa essere immessa sul mercato, arricchire gli spacciatori e soprattutto essere dannosa e tossica per la salute, causando danni al sistema nervoso, deliri e isteria, effetti tipici del cobret.