Quantcast

Consegnato al sindaco il gonfalone con l’effige del Patrono

La ricerca dell'amministrazione iniziata nel 2014 e portata avanti fino ad oggi

Il Gonfalone, raffigurante la sacra effige del Santo patrono, è stato consegnato al sindaco Raffaele De Santis ed al vicesindaco Maurizio Tomaino nella giornata di martedì 29 dicembre.

La vicenda ha avuto inizio nel 2014 quando l’Amministrazione Comunale, sostenuta dall’allora Segretario dott. Giuseppe Fazio, si è interrogata sulla storia del proprio stemma comunale, rappresentante, all’epoca, una mucca con sullo sfondo una albero di quercia. Da quel momento è partita la ricerca dell’Amministrazione Comunale che ha interessato l’Ufficio di Presidenza del Consiglio dei Ministri e gli archivi di Stato di Napoli e Catanzaro. Dalla ricerca svolta dagli archivi di Stato sono emersi documenti del comune di San Pietro Apostolo, risalenti al 1700, sui quali era apposto un timbro raffigurante l’effige di una figura umana con aureola, ovvero quella del Santo patrono.

Da lì il Decreto del Presidente della Repubblica 27/10/2015, consegnato al Sindaco dalla Prefettura di Catanzaro il 09/06/2016, che decretava la concessione di stemma e gonfalone, sancendo ufficialmente quale stemma ufficiale del comune proprio l’effige di San Pietro Apostolo.

Un momento storico per il piccolo comune pre-silano suggellato proprio dalla consegna del gonfalone avvenuta nella giornata del 29 dicembre. L’emozione di quel momento si ripropone oggi nelle parole del Primo Cittadino: “Con orgoglio e commozione consegniamo oggi a tutta la comunità il gonfalone raffigurante lo stemma ufficiale della sacra effige del nostra Santo patrono. Da parte mia un doveroso e sentito ringraziamento al dott. Giuseppe Fazio che per primo e più di tutti ha seguito la vicenda. Purtroppo il momento particolare legato all’emergenza sanitaria non ci consente di sancire questo momento con una cerimonia solenne ed ufficiale. L’auspico mio e di tutta l’Amministrazione è quello che, in concomitanza con la solenne festività in onore di San Pietro Apostolo del 29 giugno prossimo, sarà possibile condividere questo importante risultato con tutta la popolazione. L’intera comunità è fiera ed orgogliosa, San Pietro Apostolo è uno dei pochi comuni italiani a potersi fregiare dell’effige del proprio patrono sul proprio stemma. Recuperare e convalidare l’antico stemma comunale è stato un atto dovuto a questa comunità tanto devota al proprio Santo protettore, la Sua prestigiosa effige, restituisce il giusto blasone al gonfalone municipale oltre che consentire all’Ente l’utilizzo legale del proprio stemma”.