Quantcast

Il Comune festeggia i neo-maggiorenni di Squillace

Successo per la prima edizione della “festa della maggiore età” , la vice presidente della Camera Mara Carfagna ha inviato un messaggio di auguri ai giovani squillacesi

Doveva essere un momento istituzionale di primaria importanza e così è stato. Su iniziativa dell’assessore alla  Programmazione e Turismo, il sociologo Franco Caccia, l’amministrazione comunale di Squillace ha organizzato la “festa dei neo-maggiorenni”.

Il raggiungimento della maggiore età, spiega l’assessore Franco Caccia, è un traguardo di fondamentale importanza per la crescita dei giovani. Spesso il primo pensiero, di quanti spengono la candelina del 18esimo anno, è rivolto al conseguimento della patente di guida, considerato il principale  lasciapassare verso l’età adulta. Con questo evento, che verrà riproposto ogni anno, intendiamo far riflettere i giovani e le famiglie sull’insieme dei diritti e doveri che sono collegati al raggiungimento dell’età adulta. Anche per questo ad ogni neo-maggiorenne è stato consegnato un opuscolo contenente la Costituzione italiana e la carta dei diritti dell’unione europea. Alla manifestazione ha partecipato il Sindaco Pasquale Muccari , il quale ha rimarcato la volontà dell’amministrazione comunale di costruire percorsi di partecipazione attiva capaci mettere in condizioni i giovani di Squillace a dare l’apporto e l’entusiasmo tipico di questi anni d’età. All’evento hanno partecipato anche i neo-maggiorenni ospiti presso il centro minori stranieri, presente a Squillace, ed hanno avuto modo di esprimere ampio apprezzamento per l’iniziativa comunale che li ha visti attivamente coinvolti.

Ad impreziosire l’evento anche i messaggi inviati da due importanti cariche istituzionali. Il primo porta la firma ed il volto dell’on.le Osvaldo Napoli, deputato della Repubblica, di recente nominato cittadino onorario di Squillace, Nelle sue parole l’invito ai giovani a non scoraggiarsi dagli eventi e, partendo proprio dalle difficoltà attuali, costruire un futuro da protagonisti all’interno di una comunità, come quella di Squillace, ricca di tante potenzialità.

Il messaggio della vice presidente della Camera, on.le Mara Carfagna, letto in sala da Ginella Taverniti, mamma di una neo- maggiorenne,  ha inteso focalizzare l’attenzione dei giovani sull’importanza dei sogni, “L’Italia ha bisogno della vostra inventiva, del vostro coraggio, della vostra capacità di immaginare un futuro che ancora non esiste. Ne ha bisogno Squillace, la Calabria e tutto il nostro amato Mezzogiorno: il riscatto di queste terre è fondamentale per lo sviluppo dell’intero Paese.”  Ai giovani partecipanti il comune, oltre all’ opuscolo con la Costituzione italiana e la carta dei diritti europei, ha regalato libri ed altri gadget grazie anche alla collaborazione del centro di documentazione europea dell’università Magna Graecia di Catanzaro e del consigliere regionale Pietro Raso. L’evento si è concluso con il messaggio del parroco don Vincenzo Iezzi.