Quantcast

Diretta social di Spirlì: “Scuole in presenza al 50%”

Le elezioni sono state posticipate perché il Cts ha detto che “non sono giorni buoni per votare”

Ha sollecitato i giovani a rispettare le normative, ha consigliato un uso corretto delle mascherine ed ha ribadito la data delle elezioni regionali: l’11 aprile. Nel tradizionale appuntamento social, il presidente ff della Regione, Nino Spirlì, ha parlato del voto, della scuola e delle polemiche. “Se avessi rinviato le elezioni per avere qualche stipendio in più, come ha detto qualcuno, vuol dire che sarei davvero alla canna del gas”. Le elezioni sono state posticipate perché il Cts ha detto che “non sono giorni buoni per votare”. Poi nel rispondere al sindaco di Polistena chiosa: “Non sono candidato, al momento non si parla di candidature”.

Il presidente Spirlì ha, poi, annunciato di aver sentito il ministro Boccia da cui ha avuto conferma che, a distanza di qualche giorno dal 7 gennaio, si saprà che colore avrà la Calabria. Per quanto riguarda le scuole, il facente funzioni ha chiarito che, in base al parere del Cts, la situazione pandemica in Calabria va verso un peggioramento. “Se questo ci spinge a rinviare la data delle elezioni per evitare gli assembramenti – tuona Spirlì – a maggior ragione dovremmo essere messi nelle condizioni di poter decidere se le scuole siano in grado di garantire l’assoluta tutela della salute dei nostri ragazzi. Chiederò alle autorità scolastiche di darci l’assoluta assicurazione che nessun studente possa contagiarsi”.

“Se non ci sono pericoli, le scuole saranno in presenza al 50% e non al 75 come aveva preteso il ministro Azzolina, venga sul territorio e faccia vedere come voglia fare lei” – chiosa il presidente. I ragazzi possono studiare anche a distanza, i giovani sanno farlo benissimo”.
La parentesi politica è, poi, dedicata a Roy Biasi con cui Spirlì dice di andare, perfettamente, d’accordo. Di più. Annuncia un caffè “a distanza” con Biasi per tranquillizzare tutti sul rapporto con lo stesso. Stessa serenità, il presidente, ribadisce esserci all’interno del partito.