Quantcast

Trenta casi già accertati a Borgia. Preoccupano i contatti: chiesti all’Asp oltre 85 tamponi

Ordinanza da zona rossa emessa dal sindaco Elisabeth Sacco

Più informazioni su

Trenta i casi positivi accertati a Borgia. In una diretta facebook, il sindaco di Borgia, Elisabeth Sacco, illustra la situazione venutasi a creare. “Siamo a 30 positivi, ne mancano due per arrivare a 30. Ma ciò che più ci preoccupa è il numero di contatti che questi nostri concittadini hanno avuto in questi giorni. Abbiamo mandato l’elenco all’Asp delle persone da sottoporre a tampone. Abbiamo richiesto oltre 85 tamponi; qualora qualcuno di questi contatti risultasse positivo la situazione potrebbe degenerare. Non possiamo consentire che questo accada. C’erano delle regole ma queste non sono bastate. Da qui la decisione di una nuova ordinanza. Un’ordinanza da vera e propria zona rossa”.

Per le attività commerciali costrette a chiudere saranno destinati nuovi ristori.

L’incremento dei casi al Covid 19 hanno, infatti, indotto il primo cittadino a disporre la chiusura a scopo cautelativo di tutte le attività commerciali di vendita al dettaglio presenti sul territorio ad eccezione di: farmacie – dispensari farmaceutici – generi alimentari –tabacchi – vendita prodotti per l’igiene per la casa e per la persona – attività di ferramenta – di vendita di materiale per l’edilizia e similari – officine e attività di riparazione e manutenzione di autoveicoli al fine di prevenire il rischio di diffusione del covid-19 nell’ambito del territorio comunale, con decorrenza dal 7 gennaio al 15 gennaio salvo proroghe o diverse disposizioni; la chiusura del cimitero comunale, con decorrenza dal 7 gennaio al 15 gennaio salvo proroghe o diverse disposizioni; la chiusura di tutte le attività inerenti ai servizi alla persona, tra cui parrucchieri, barbieri ed estetisti.

Disposta, inoltre, la chiusura di attività  quali pub – ristoranti – pizzerie – pasticceria – bar anche per l’attività con la modalità da asporto e/o con consegna a domicilio con decorrenza dal 7 gennaio al 15 gennaio salvo proroghe o diverse disposizioni; la chiusura di ville e parchi comunali, con decorrenza dal 7 gennaio al 15 gennaio salvo proroghe o diverse disposizioni; la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado su tutto il territorio comunale con decorrenza dal 7 gennaio al 15 gennaio salvo proroghe o diverse disposizioni. Disposta  la sanificazione di tutti gli uffici pubblici e/o privati aperti al pubblico e disposto  il divieto di apertura di tutte le attività di vendita al dettaglio non ricomprese nella presente ordinanza con decorrenza dal 7 gennaio al 15 gennaio salvo proroghe o diverse disposizioni; lo spostamento sul territorio comunale se non per motivi di lavoro, salute o necessità; praticare l’attività sportiva e motoria in gruppo e lontano dalla propria abitazione fino alla validità della presente ordinanza ad eccezione che per motivi di salute certificati.

E’ consentito: fare le passeggiate per i bambini con patologie o disabilità accompagnati da un genitore nelle vicinanze della propria abitazione; fare la spesa una volta al giorno ed un componente per nucleo familiare; l’attività di cantiere, agricola, di vendita all’ingrosso e al dettaglio di prodotti utili allo svolgimento di dette attività, nel rispetto dei protocolli anti-covid-19, con decorrenza dal 7 gennaio al 15 gennaio salvo proroghe o diverse disposizioni; recarsi in campagna per la cura dell’orto o degli animali di affezione una volta al giorno e non con persone diverse dal nucleo familiare convivente; l’apertura di uffici e studi professionali solo ed esclusivamente previo appuntamento, con decorrenza dal 07/01/2021 al 15/01/2021 salvo proroghe o diverse disposizioni; ai proprietari delle attività commerciali chiuse, di recarsi presso la propria attività per sistemare merce deperibile e prodotti ma senza possibilità di vendita e senza contatti con il pubblico; l’apertura delle attività che svolgono servizi postali e spedizioni nel rispetto della normativa anti-covid. Restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico sanitarie, i servizi bancari, finanziari e assicurativi

Sono sospese tutte le celebrazioni e funzioni religiose esclusi le messe funebri che dovranno comunque svolgersi con la presenza di massimo 15 persone; è sospeso il mercato settimanale.

Più informazioni su