Quantcast

Farmabusiness e Cuore Matto: l’Asp si costituisce parte civile

E’ quanto si evince da due delibere dell’Azienda sanitaria provinciale

Farmabusiness e Cuore Matto: l’Asp si costituisce parte civile. E’ quanto si evince da due delibere dell’Azienda sanitaria provinciale che affida, in entrambi i casi, la difesa legale dell’ente all’avvocato Rosa Sabrina Antonella Caglioti dell’ufficio legale aziendale.

Nel primo caso si tratta di un procedimento a carico di 25 persone a seguito delle indagini, sviluppate dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Catanzaro e del Nucleo Investigativo di Crotone, dirette e coordinate dal Procuratore della Repubblica, Nicola Gratteri, dal Procuratore Aggiunto, Vincenzo Capomolla e dai Sostituti Procuratori Paolo Sirleo e Domenico Guarascio, che hanno riguardato l’operatività della cosca di ‘ndrangheta Grande Aracri di Cutro tanto nell’area del crotonese, quanto nel territorio catanzarese.

Nel secondo caso i finanzieri del Comando provinciale di Catanzaro hanno dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare, emessa dal Gip Gaia Sorrentino, al termine di una delicata ed articolata indagine nei confronti della clinica privata “Villa Sant’Anna” per una serie di presunti falsi ricoveri tra il 2013 e il 2019 al fine di percepire rimborsi dal servizio sanitario regionale per una somma pari a 10,5 milioni di euro, possibile proprio grazie anche a oltre mille falsi ricoveri in terapia intensiva coronarica.