Quantcast

Les: Francesco Cuda nominato Segretario Provinciale

Dai vertici: Francesco Cuda rappresenta una punta di diamante per capacità e volontà di ben fare

LeS (Libertà e Sicurezza), un sindacato di Polizia che sta registrando una crescita esponenziale di iscritti, nei giorni scorsi ha nominato il nuovo Segretario Provinciale di Catanzaro. Ne parliamo con Vincenzo Pino Segretario Generale della Calabria del Sindacato.

Dottor Pino, lei, pochi giorni fa, ha formalizzato la nomina di Francesco Cuda a Segretario Provinciale della sua organizzazione. Ci vuole spiegare la sua scelta?

 E’ presto detto, LeS, il sindacato di polizia, del quale mi onoro di far parte e di ricoprire l’incari di Segretario Generale per la Calabria, è un sindacato in forte crescita e verso cui stiamo registrando una grande attenzione di operatori di polizia di tutte le età, tutti desiderosi di offrire la loro partecipazione, chi in un modo e chi nell’altro, alla crescita di un sindacato che si sta distinguendo da tutti gli altri per la sua capacità di assumere decisioni autonome e senza timori reverenziali per chicchessia. In questo senso, Francesco Cuda rappresenta una punta di diamante per capacità e volontà di ben fare. Lei capisce bene, che la mia scelta è stata una conseguenza naturale nei confronti di questo poliziotto di grande bravura.

Non possiamo dimenticare che tutta la Calabria e Catanzaro, in particolare, rappresentano un territorio ampio, difficile, che vanta la presenza di uffici prestigiosi dislocati in tutta la provincia, come si collocherà la nomina di Cuda in questo ambito?

 Francesco Cuda rappresenta un valore aggiunto per le sue capacità, di cui ha dato dimostrazione come poliziotto e per la stima che è riuscito a raccogliere intorno a sé. Siamo sicuri che, anche con il nostro apporto, saprà meritare la nostra fiducia per la crescita di un sindacato che sta registrando uno sviluppo notevole di iscritti. Siamo sicuri che il collega saprà anche apportare quelle positive competenze sindacali e politiche di cui ogni Organizzazione ha necessità.

 Insomma, una bella promessa?

 Più che una promessa, in termini sindacali, Francesco Cuda rappresenta già una bella realtà per la concreta tutela dei colleghi, senza dimenticare che avrà al suo fianco persone di notevole spessore quali il Segretario Generale Provinciale Alessandro Caroleo, il Vicario Andrea Logatto e a Francesco Cassano quale responsabile Amministrativo.

Un’ultima domanda. Lei, dottor Pino, ha parlato di crescita del vostro sindacato. Vuole illustrarci i numeri?

 Possiamo dire con orgoglio, anche se siamo in attesa dei dati ufficiali, che a livello nazionale la nostra organizzazione ha quasi raddoppiato il numero degli iscritti rispetto al precedente anno. Il successo di LeS è dovuto alle nostre idee innovative rispetto a quelle delle altre Organizzazioni sindacali. I nostri colleghi, lo hanno percepito immediatamente e ce ne stanno dando atto, iscrivendosi sempre più numerosi a LeS.  Per noi le cose importanti sono due: offrire ai cittadini il miglior servizio, da un lato, e, dall’altro, la tutela concreta degli operatori di Polizia. Le due cose sono inscindibili l’una dall’altra ed, insieme, costituiscono il nostro credo laico e sono il lievito della nostra crescita.