Quantcast

Sant’Anna Hospital, audizione in Commissione Sanità

Sindacati e vertici Asp ascoltati dal presidente dell'organismo, Baldo Esposito

Sono proseguite oggi in terza Commissione “Sanità, Attività Sociali, Culturali e Formative”, le audizioni in merito alle problematiche del Sant’Anna Hospital di Catanzaro. Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa del Consiglio regionale.

L’organismo consiliare, presieduto dal consigliere Sinibaldo Esposito, ha ascoltato il direttore amministrativo dell’Asp di Catanzaro Francesco Marchitelli e il direttore sanitario facente funzioni Manfredo Tedesco; per le organizzazioni sindacali sono intervenuti Luigi Veraldi (segretario regionale Cgil Calabria), Enzo Scalese (segretario generale Cgil Area Vasta Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia), Luigi Talarico (in rappresentanza della Cisl Calabria) e Antonio Jiritano (Confederazione Unione Sindacale di Base). “Un’approfondita interlocuzione – è detto ancora nel comunicato – che ha permesso di sviscerare le problematiche sul tappeto che avversano il futuro di una realtà sanitaria ai primi posti in Italia nelle terapie cardiochirurgiche”.   I rappresentanti sindacali hanno ribadito “la necessità di mantenere i livelli occupazionali e la risposta sanitaria sul versante del diritto dei calabresi alle prestazioni cardiochirurgiche anche per scongiurare un aumento del già pesante dato della spesa per mobilità passiva fuori regione e valutare un’eventuale rivisitazione delle politiche di accreditamento nonché l’introduzione di clausole di salvaguardia per le professionalità che la nostra regione non può permettersi di disperdere”. “In continuità con il lavoro avviato nella scorsa seduta, con l’audizione dei vertici del Sant’Anna e del Dipartimento ‘Tutela della Salute‘ – ha dichiarato il presidente Esposito – abbiamo affrontato oggi con il management dell’Asp e i sindacati di settore la grave crisi che afferisce il Sant’Anna Hospital, avendo a cuore il mantenimento dei servizi sanitari alla cittadinanza-utenza e la salvaguardia del patrimonio occupazionale, ancor di più nell’attuale fase pandemica. Facendo sintesi ed in perfetta sintonia con le organizzazioni sindacali che hanno definito preminenti tali aspetti, riteniamo importante l’incontro odierno anche alla luce degli sviluppi positivi che la delicata vicenda, auspichiamo possa avere, considerato che Cda del Sant’Anna Hospital, politica e sindacati ripongono fiducia nelle interlocuzioni con il commissario alla Sanità Longo”.

“È tuttavia necessario – ha detto ancora Esposito – mantenere al massimo il livello di attenzione sulla tematica, fino al raggiungimento della normalizzazione della situazione burocratico-amministrativa ed al consolidamento per l’avvenire. Infine ho accolto la proposta del collega Graziano di tenere alta l’attenzione della Commissione, in questa delicata fase che stiamo attraversando a causa dell’emergenza Covid-19, in merito ad una serie di strutture ospedaliere che soffrono difficoltà a livello generale”.   Alla seduta hanno preso parte i consiglieri Libero Notarangelo, Filippo Mancuso, Francesco Pitaro, Giuseppe Graziano e Giacomo Pietro Crinò.