Quantcast

Finanziere arrestato in Basso profilo, Solombrino: nessun elemento a carico di altri militari

Il comandante Gdf di Catanzaro: "Ringrazio il procuratore Nicola Gratteri che, dopo che le indagini Dia ha delegato proprio noi della Guardia di finanza a condurre le indagini"

Più informazioni su

    Un luogotenente della Guardia di finanza in pensione dal 2018, Ercole D’Alessandro, è tra gli arrestati dell’operazione “Basso profilo”. Secondo l’accusa avrebbe passato informazioni su inchieste in corso ad affiliati delle cosche del crotonese.

    “Il luogotenente – ha spiegato il comandante provinciale della Guardia di finanza, il generale Dario Solombrino – era diventato il punto di riferimento del sodalizio. Ringrazio il procuratore Nicola Gratteri che, dopo che le indagini Dia hanno portato ad indicare un appartenente alla Guardia di finanza come collaboratore delle cosche, ha delegato proprio noi della Guardia di finanza a condurre le indagini. D’Alessandro prestava servizio al Goa ed abbiamo accertato che era referente dell’imprenditore Gallo.

    Forniva notizie riservate traendone vantaggi personali tra i quali l’assunzione del figlio. Dopo essere uscito dal Corpo, ha ottenuto un incarico di dirigente di una società privata di vigilanza. Dalle indagini che abbiano condotto, comunque, non sono emersi elementi a carico di altri finanzieri”. (ANSA).

    Più informazioni su