Quantcast

Manca l’acqua a Gagliano, 60 giorni senza risposta. Gironda chiede lumi al sindaco

"Chiedo al primo cittadino, infine, di attivarsi in prima persona per individuare, ed eliminare una volta per tutte le cause del problema in via Lenza"

Il consigliere comunale Francesco Gironda è intervenuto in merito al problema dell’acqua in diverse zone della città ed in  particolare a Gagliano.

“Sono quasi due mesi che da via Lenza, quartiere Gagliano, ricevo continue segnalazioni in merito a una gravissima e ormai cronica mancanza d’acqua: chi abita in quella strada, ma il problema riguarda anche parte di Mater Domini e di Cavita, è esasperato e fa bene. È da prima di Natale, infatti, che mi sono fatto portavoce dei residenti per cercare di risolvere questa situazione fastidiosa, incontrando dipendenti e responsabili dell’ufficio Acquedotti e del settore Gestione del territorio, cercando di capire di chi fosse la responsabilità, se del Comune o di Sorical, provando a mediare per raggiungere una soluzione in tempi rapidi. Capisco – si legge nella nota – che le difficoltà nell’approvvigionamento idrico riguardano varie zone della città, e che ogni giorno l’ufficio Acquedotti è tempestato di richieste di intervento, però non posso accettare l’ostinato silenzio che ha circondato la vicenda di via Lenza”.

“Dopo quasi sessanta giorni che nessuno si è degnato di rispondere alle segnalazioni dei residenti – continua la nota –  e da quanto mi hanno segnalato non si è nemmeno mai degnato di farsi vedere in quella zona, mi vedo costretto a chiedere al sindaco Abramo di intervenire in prima persona per far sì che venga ripristinato un servizio essenziale, quello dell’acqua potabile, verso persone che pagano regolarmente le tasse e non possono essere trattati come cittadini di serie B. Chiedo al sindaco, infine, di attivarsi in prima persona per individuare, ed eliminare una volta per tutte le cause del problema in via Lenza”.