Quantcast

Ufficio postale di Sant’Elia, Pitaro presenta una seconda istanza

Appello al sindaco e al prefetto di Catanzaro

«Sulla vicenda dell’ufficio postale del quartiere Sant’Elia di Catanzaro, aperto inspiegabilmente solo per due giorni alla settimana, è necessario che il Prefetto di Catanzaro, alla luce della condotta evasiva di Poste Italiane, intervenga adottando ogni provvedimento atto a correggere un’omissione così grave, anche fissando un incontro tra le parti al fine di fare chiarezza e di trovare una soluzione per garantire ai cittadini un servizio essenziale,  svolto con efficienza e nel pieno rispetto del diritto alla salute».

Lo dice il consigliere regionale Francesco Pitaro dopo aver inoltrato «una seconda istanza al legale rappresentante in carica p.t. delle Poste Italiane, al Sindaco e al Prefetto di Catanzaro chiedendo che si proceda tempestivamente all’apertura continuativa per sei giorni su sette dell’ufficio postale del quartiere Sant’Elia e procedendo contestualmente all’installazione del Postamat. Richiesta che ho già formulato in un’istanza inoltrata nel novembre scorso – in seguito a un incontro promosso da Michele Tallarico con un gruppo di cittadini di Sant’Elia accompagnati dal sindaco di Pentone Vincenzo Marino – e che Poste Italiane, con una nota del 4/12/2020, ha inopinatamente rigettato alla luce di motivazioni inesistenti e infondate, ignorando il diritto della comunità a fruire di un servizio pubblico indispensabile oltre che causare, nei due soli giorni disponibili, inevitabili assembramenti e contagi da Covid-19. Quella di Poste Italiane – conclude Pitaro – è stata una decisione adottata senza prima aver interloquito con gli enti locali e con la comunità né aver tenuto conto dei manifesti disagi che una tale scelta avrebbe comportato, considerate le difficoltà di spostamento e l’assenza di un adeguato servizio pubblico di trasporto. Si tratta pertanto di una rimodulazione dei giorni di apertura manifestamente illegittima che viola le norme che disciplinano la materia e si pone in aperto contrasto con le recentissime statuizioni del Consiglio di Stato e del Tar. Si proceda dunque in fretta alla riapertura dell’Ufficio Postale del quartiere Sant’Elia di Catanzaro, ripristinando la funzione cui è destinato, ovvero garantire effettivamente e concretamente il servizio pubblico postale alla comunità».