Quantcast

Case, canone affitti e prezzi compravendite in diminuzione in provincia di Catanzaro

I dati di Immobiliare.it. Nella nostra provincia il costo delle locazioni è in controtendenza rispetto ai numeri complessivi della regione

I prezzi degli immobili in vendita in Calabria scendono, mentre quelli delle locazioni continuano a salire a livello regionale ma non in tutte le province. Nel Catanzarese per esempio scendono.

Sono queste le maggiori evidenze emerse dall’ultimo Osservatorio di Immobiliare.it (www.immobiliare.it) sul settore residenziale calabrese e riferito all’ultimo anno. “A dicembre 2020 – é detto in un comunicato – i prezzi richiesti da chi vende casa in regione si sono attestati su una media di 932 euro al metro quadro, segnando un -1,2% su base annuale. I canoni di locazione invece sono saliti a 5,10 euro/mq (+2% nell’ultimo anno). Se questo è il quadro generale di ciò che sta accadendo nel mercato immobiliare a livello regionale, le situazioni sono diverse se si analizzano i costi delle abitazioni nelle città capoluogo di provincia.

Partendo dalle compravendite, Vibo Valentia è quella che registra la discesa più importante (-7,8%), seguita da Crotone (-5,4%) e Reggio Calabria (-3%). Nessuna città registra prezzi in salita. In generale, la Calabria si conferma la regione d’Italia in cui costa meno acquistare casa”. “Nel comparto delle locazioni – si afferma ancora nella nota – si registrano valori positivi per quasi tutte le città calabresi, con Cosenza che addirittura segna un +9,1%, seguita da Reggio Calabria, che nell’ultimo anno guadagna quasi 7 punti percentuali. A segno meno solo Catanzaro (-1,9%) e Vibo Valentia (-4,5%). Dando uno sguardo ai prezzi, Crotone si conferma la città più cara della regione: qui per affittare un bilocale da 70 mq bisogna mettere in conto una spesa di poco più di 370 euro al mese”. (ANSA).