Quantcast

Droga nascosta in un mobile bar, una denuncia. A Gagliano trovata marijuana sotto una vasca abbandonata

Prosegue la lotta allo spaccio di stupefacenti da parte della Polizia di Stato

Prosegue senza sosta e con brillanti risultati la lotta allo spaccio di stupefacenti da parte della Polizia di Stato della  Questura di Catanzaro, su precise direttive del questore, Mario Finocchiaro. In particolare, il 3 febbraio, personale del commissariato di Polizia di Catanzaro Lido, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Vibo Valentia e di Unità Cinofila di Reggio Calabria, ha denunciato a piede libero, per il reato di detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente, A.A., di anni 63, nella cui abitazione, in viale Crotone, nel corso di una perquisizione domiciliare, sono stati rinvenuti, in un primo momento,  3,62 grammi di marijuana e, poco dopo, grazie al fiuto del cane antidroga Kent, anche una busta in cellophane termosaldata contenente  58,38 grammi  di marijuana, abilmente occultata tra varie cianfrusaglie all’interno di un mobile bar.

La perquisizione era stata eseguita in quanto era emerso il fondato spetto che, nell’abitazione di A.A., vi fosse una attività di spaccio, poiché nella zona i poliziotti avevano notato anomali movimenti di persone conosciute quali assuntori di sostanze stupefacenti.

In precedenza, nel pomeriggio del 30 gennaio, personale della Squadra Mobile ha rinvenuto e sequestrato, in contrada Lenza, nel quartiere Gagliano di questo centro, oltre un chilogrammo di marijuana, divisa in due buste di plastica ben occultate sotto una vasca abbandonata in un terreno incustodito e privo di recinzione. La sostanza era confezionata sotto vuoto ed era pronta per la vendita che, complessivamente, avrebbe fruttato all’incirca 10 mila euro.  Sono attualmente in corso indagini volte all’identificazione dell’autore del reato.