Quantcast

Gestione cimiteri, la Catanzaro servizi può continuare a svolgere l’attività

Respinto il ricorso cautelare dell'Ati Edicat- Verrino condannata a pagare le spese legali

La Prima Sezione del TAR Calabria si è pronunciata a favore delle tesi sostenute dal Comune di Catanzaro (rappresentato in giudizio da Saverio Molica e Giacomo Farrelli) e dalla Catanzaro Servizi SpA (rappresentata in giudizio da Crescenzio Santuori) nel Giudizio avviato dall’ATI Edilcat Costruzioni / Domenico Verrino sostenendo che “non sussistono i presupposti per l’accoglimento dell’istanza cautelare” e condannando quest’ultima anche al pagamento delle spese legali.

La Edilcat aveva impugnato le delibere del Consiglio Comunale con le quali era stato stabilito di internalizzare il servizio di gestione dei quattro cimiteri del capoluogo facendoli svolgere alla propria società, così contenendo i costi rispetto al passato e razionalizzando l’intero settore, anche in funzione del prossimo servizio di cremazione che verrà gestito sempre dalla Catanzaro Servizi.

Massima soddisfazione ha espresso l’amministratore delegato della Catanzaro Servizi, Massimo Feroleto, per il quale la pronuncia dei Giudici Amministrativi suggella e rafforza l’importante lavoro condotto dall’intera Amministrazione comunale e che si prefigge di rendere sempre più efficiente un servizio fondamentale per la città.