Quantcast

In stato di abbandono il Centro di aggregazione di via Lombardi 

La gestione della struttura era stata affidata al “Comitato di quartiere Vincenzo de Filippis”. Essendo venuta meno la volontà da parte del presidente di proseguire il mandato, il Comune si dice pronto a predisporre un nuovo bando di gara

Inaugurato nel 2015 dal sindaco Sergio Abramo, il Centro di aggregazione sociale polivalente di via Lombardi è stato realizzato per offrire, ad uno dei quartieri più popolosi della città, un’area di svago e di socialità dove ospitare attività sportive e ludico-ricreative. L’intera struttura si sviluppa su una superficie di 2500 metri quadrati dove sono stati realizzati: un’area verde, un campetto per basket e calcetto, un campo di bocce e un immobile di 200 metri quadrati in legno lamellare dotato di sala riunioni, servizi igienici e di un impianto fotovoltaico. 

centro di aggregazione via lombardi

La struttura, benedetta nel giorno dell’inaugurazione dal parroco della Chiesa SS. Salvatore Vincenzo Zoccoli, è stata dedicata al compianto Rosario Fasano, un ragazzo del quartiere, prematuramente scomparso al quale i residenti erano molto affezionati. 

La gestione del Centro era stata affidata al “Comitato di quartiere Vincenzo De Filippis”, guidato dal presidente Roberto Cirillo, vincitore del bando di gara. Da qualche tempo, però, la struttura è in stato di abbandono: sterpaglia ovunque, pannelli solari e guaina del tetto dell’immobile divelti. Incuria generale che rischia di vanificare un’opera che, allo stato attuale, potrebbe essere ancora recuperata. 

L’appello dei residenti

I residenti vorrebbero che i cancelli della struttura si possano nuovamente aprire per dare ai tanti giovani e associazioni del quartiere un luogo dove si possa tornare a praticare sport e a socializzare. Tra loro anche Antonio Critelli che teme che «una struttura così bella e di recente costruzione, possa diventare in poco tempo inagibile e destinata all’abbandono».

Un nuovo bando di gara 

Interpellato da Catanzaroinforma, l’assessore ai lavori pubblici del Comune Franco Longo, ha dichiarato che il presidente del Comitato gli ha comunicato la decisione di lasciare la gestione del Centro. «Insieme all’assessore alle politiche sociali Lea Concolino – ha detto Longo – stiamo organizzando un incontro con il Comitato e a giorni faremo un sopralluogo, insieme ai tecnici del Comune, per verificare gli interventi più urgenti da effettuare e procedere poi con un nuovo bando di gara per la gestione».