Quantcast

Dune di Giovino, gioiello da preservare e valorizzare foto

Visita dell'assessore De Caprio sul sito costiero in occasione della nuova ordinanza comunale

Dune: un patrimonio delle coste calabresi, un gioiello da preservare e far conoscere. Una traccia di storia da valorizzare, una speranza per le nuove generazioni che hanno il diritto di riceverle in eredità nel pieno della loro bellezza. Per l’assessore regionale all’Ambiente Sergio De Caprio è questo uno dei punti dai quali partire per proteggere il paesaggio costiero e naturale in generale, intraprendendo la strada della custodia e della valorizzazione piena di siti ambientali preziosi per tramite delle vecchie e nuove generazioni.

Generico febbraio 2021

Preservare le dune da chi specula e inquina

Questa mattina, con la sua presenza alla presentazione della nuova ordinanza comunale finalizzata alla salvaguardia delle dune e della pineta di Giovino, ha sottolineato l’impegno e l’attenzione del suo assessorato nei confronti dei siti costieri e non solo: “Nutriamo amore per la bellezza della Calabria e della sua natura che è una ricchezza – ha precisato nel suo intervento – c’è il dovere morale e amministrativo di valorizzarla e difenderla di proteggerla dall’avidità di chi specula e dall’ignoranza di chi inquina. Il territorio è tutto quello che abbiamo, rispettarlo vuol dire rispettare il nostro passato – ha proseguito – i nostri genitori e nonni ci hanno lasciato una bella eredità paesaggistica nella speranza di difenderla e non di sprecarla.”

Nuova ordinanza tra divieti e iniziative

La nuova ordinanza comunale per la tutela del polmone verde costiero del capoluogo e del tratto di costa dunale, con sanzioni chiare per chi lede l’integrità di questo prezioso sito, nasce proprio dalla consapevolezza della tutela del paesaggio naturale inteso come bene prezioso e risorsa: “L’ordinanza, frutto di un lavoro tra a cittadini, associazioni e consiglieri, assessori e funzionari comunali, si fonda su due passaggi fondamentali – ha sottolineato Eugenio Riccio, Presidente della Commissione Igiene ambientale dell’Amministrazione comunale catanzarese – il primo è il passaggio di natura giuridica che ci permetterà di sanzionare comportamenti illeciti grazie al preciso dettato giuridico, mentre il secondo prevede una serie di interventi e iniziative pratiche a tutela e valorizzazione del sito.” Da oggi, dunque, i cittadini non potranno far finta di non sapere, perchè chi non rispetterà i divieti verrà sanzionato.

Il supporto della Regione, essenziale per proseguire valorizzazione e tutela

“Le dune sono la punta dell’iceberg di quello che deve essere l’impegno e l’intervento sulle coste calabresi da parte della Regione – ha sottolineato il consigliere regionale Filippo Mancuso – l’auspicio è quello che le nostre coste con appena 12 porti, con un turismo precario e in assenza di un piano spiaggia, possano essere valorizzate a pieno, sfruttando le risorse naturali. Programmare investimenti importanti per sopperire alle carenze, dando risposte sulle infrastrutture e tutelando l’ambiente.”

E prima di accompagnare De Caprio alla scoperta delle dune, l’assessore all’Ambiente Domenico Cavallaro ha sottolineato l’importanza del supporto della Regione alla tutela del patrimonio naturale: “Abbiamo bisogno di un aiuto concreto per il percorso di salvaguardia del sito e siamo fiduciosi che non saremo lasciati soli.”