Quantcast

Progetto Ciclovia della Magna Grecia, incontro a Sellia Marina tra i sindaci dei comuni interessati

Francesco Mauro: "Rappresenta per le nostre zone un’ulteriore possibilità di sviluppo che non possiamo non approvare con piena soddisfazione. Collaboreremo perchè diventi realtà"

Per ora solo una sorta di studio di fattibilità tecnico – economica per quello che è certamente uno dei progetti turistici tra i più interessanti a cui il territorio di Sellia Marina – e non solo Sellia Marina – possa ambire: la ciclovia della Magna Grecia; un percorso di più di 1000 km, da fare in bicicletta, che collegherà la costa tirrenica lucana con quella calabrese e la Sicilia, da Messina a Palermo, rimettendosi nel tracciato nazionale della ciclovia, fino ad entrare a far parte del Piano europeo. Per interderci: si potrà partire da Malta ed arrivare fino a Capo Nord in bici, volendo!

E questa mattina, presso la Sala Consiliare a Sellia Marina, sindaci e delegati comunali di Sersale, Botricello, Cropani, Belcastro e Simeri Crichi (i comuni interessati dal tracciato), hanno incontrato i tecnici del Dipartimento dei Lavori Pubblici della Regione Calabria, Walter Mongelli ed il progettista Enrico Costa, per capirne di più. Anche perché per il sud la regione capofila del progetto è proprio la Calabria.

«Quello della ciclovia della Magna Grecia è un disegno che collegherà tra loro diversi territori costieri ma che potrebbe ampliarsi anche alle zone più interne, contestualizzandone e valorizzandone le bellezze territoriali e fornendo un’attrattiva turistica destagionalizzata» ha detto Mongelli.

Per il primo cittadino selliese Francesco Mauro, che si è fatto portavoce anche del pensiero degli altri sindaci presenti, «quest’opera rappresenta per le nostre zone un’ulteriore possibilità di sviluppo che non possiamo non approvare con piena soddisfazione. Collaboreremo di certo affinché la ciclovia della Magna Grecia diventi al più presto una realtà».