Quantcast

Buche in centro storico: “Catanzaro orfana di gestione del territorio”

La nota dell'associazione Il Ponte Morandi

Più informazioni su

    La nostra cara città, scrive Elio Mauro dell’associazione culturale Il Ponte Morandi –  da un periodo di tempo sta solo subendo punizioni, e mai prevenzione, multe a cascata, se pur giuste, ma solo da via indipendenza, piazzale antistante al teatro Politeama e piazza le Pera, gli altri luoghi della stessa città saranno divenuti comuni a sé

    Niente prevenzione, niente servizio di viabilità in modo da poter far snellire il caotico traffico veicolare, vedere un agente di polizia che dirige il traffico è rimasto solo un sogno che riporta indietro di almeno 30 anni. Niente manutenzioni a strade ridotte peggio delle gruviere! Ma una lancia la voglio spezzare a favore del settore gestione del territorio, in merito alle pericolose buche formatesi da circa un mese in via F. Acri adiacente alt civ. 124, tranquillizzando i motociclisti in quanto, un eventuale caduta non dovranno preoccuparsi più di tanto, adiacente alle buche ci sono situati i poliambulatori sanitari,  verranno soccorsi nell’immediato se non saranno impegnati a visitare i pazienti; agli automobilisti li voglio tranquillizzare in quanto, in caso di spaccatura di qualche pneumatico, non si dovranno disperare più di tanto, adiacente alle buche vi è situato un centro per cambio e manutenzioni di pneumatici,  se non avranno clienti da servire, il personale sarà pronto per intervenire.

    Molto probabilmente, il responsabile della gestione del territorio, causa i motivi sopra descritti, avrà deciso che si potrà intervenire con tutta la calma possibile e immaginabile! Ironia a parte, Catanzaro è divenuta una città orfana di una gestione del territorio senza precedenti, che, ad oggi, non ha inteso far porre fine ad una delle tante situazioni di pericolo che regnano sovrani! In caso di eventuali danni provocati a persone o automezzi. Il mitico Totò avrebbe detto “ed io pagooo”

    Più informazioni su