Quantcast

Elio Mauro, controreplica alla Polizia Locale: “Contesto la collocazione degli agenti”

Nei miei anni da amministratore la migliore gestione di Abramo in Comune

Riceviamo e pubblichiamo controreplica a firma di Elio Mauro: 

Facendo seguito alla nota diramata su queste pagine, da parte del comando della polizia locale, con riferimento al disappunto esternato dalla associazione che mi onoro di rappresentare, in merito alla ininterrotta presenza della polizia locale su una sola parte della città, in particolare da via Indipendenza fino ad arrivare alla piazzetta antistante al teatro Politeama tengo a precisare quanto segue:

1)       non ho minimamente messo in discussione il pur misero numero degli agenti di Polizia Locale in servizio, ne ho esternato alcun dubbio, anzi lo condivido in pieno

2)      Ho da sempre lodato l’indiscussa professionalità degli agenti, e ancor di più la determinazione con cui ogni giorno operano

3)      ciò che si contesta e che continuerò a contestare, è solo ed esclusivamente la loro collocazione, quasi sempre, solo ed esclusivamente nelle zone su citate ed in gran numero. Giusto per sottolineare, per chi avesse la memoria corta, che nella zona su citata, in cui pare siano stati “puntati i fari”, vi è collocato un comando regionale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia di stato nonché il palazzo del Governo, con costante presenza delle forze dell’ordine. Credo che la zona non abbia poi tanto bisogno di un numero così elevato di agenti della Polizia Locale, lasciando allo sbando il resto della città, ed in particolare tante zone dove il caos veicolare regna sovrano.

La Polizia Locale replica a Elio Mauro: “Lei è stato amministratore della città”

Concludo rispondendo alla “domanda” finale che codesto spettabile comando della Polizia locale mi ha posto (anche se avesse preferito chiamarlo “comando dei Vigili urbani” sono legato perché mio padre ha indossato quella stessa divisa onorandola per oltre 40 anni) e passo al dunque:

gli anni che il sottoscritto ha fatto parte dell’amministrazione comunale, “targata” Sergio Abramo, (2001/2006) sono stati tra i migliori anni che, politicamente, la cittadinanza di Catanzaro abbia vissuto, sono stati gli anni dell’apertura del teatro Politeama con spettacoli a livello internazionale, dell’apertura dell’auditorium Casalinuovo, dell’apertura della piscina comunale, dell’istituzione della festa del Santo Patrono della città, San Vitaliano, (festa che durava ben 10 giorni animata quotidianamente dal magnifico gruppo storico “Mirabilia” con una presenza quotidiana di circa 10.000 persone) , abbiamo sfruttato al meglio l’area del polifunzionale nel quartiere marinaro (ora trasformata ad ente fiera) con l’iniziativa dell’assessorato cultura e turismo “UNA CITTA PER CANTARE” che ha visto la partecipazione dei migliori artisti e attori di tutti i tempi, nonché lo spettacolo internazionale “NOTRE-DAME DE PARIS”, abbiamo dato identità a ben 24 strade cittadine ricordando illustri conterranei che si sono spesi per la nostra amata terra, abbiamo fatto mantenere strade e verde pubblico sempre ben curati dalla società “Catanzaro Servizi”… Credo di non dover aggiungere altro.