Quantcast

Alta velocità, Cuffaro (Fdi): “In programma un documento per investimenti sulle infrastrutture”

Condivise le varie sollecitazioni da parte della cittadinanza, come quelle pervenute dal Centro Studi Don Francesco Caporale e dal Comitato SS 106

“A seguito dell’appello del Centro Studi Don Francesco Caporale relativa all’emendamento per l’inserimento, all’interno del Recovery Fund, di un progetto per l’alta velocità ferroviaria nel tratto Salerno-Reggio Calabria, nonché dell’intervento del consigliere comunale di Catanzaro Raffaella Sestito relativa alla stessa tematica oltre che a quella dell’ammodernamento della linea ferroviaria ionica, ritengo opportuno evidenziare che il dipartimento regionale di Fratelli d’Italia “Ambiente” sta già da tempo collaborando con il dipartimento regionale di Fratelli d’Italia “Trasporti” per la predisposizione di un documento che riguarda gli investimenti sulle infrastrutture ferroviarie in Calabria”.

E’ quanto scrive l’ing. Salvatore Cuffaro, coordinatore del Dipartimento regionale Ambiente  di Fratelli d’Italia, che aggiunge: “Già l’anno scorso, in qualità di membro del dipartimento Trasporti, ho collaborato nella predisposizione di un documento, poi inserito nel programma della presidente Santelli, che prendeva in considerazione anche la necessità di una mobilità smart comprendendo l’alta velocità. Fratelli d’Italia ha da sempre preso in considerazione le problematiche sulla mobilità in Calabria, accogliendo le segnalazioni della popolazione calabrese e dei vari comitati, come quello che da anni denuncia le problematiche sulla Strada Statale 106. A tal proposito evidenzio che l’on. Wanda Ferro ha interloquito con gli uffici del Ministero, con l’obiettivo di vigilare e sollecitare, insieme al gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia, sulla realizzazione delle infrastrutture di cui la Calabria ha bisogno, stradali, portuali ed aeroportuali, condividendo le varie sollecitazioni da parte della cittadinanza, come quelle pervenute dal Centro Studi Don Francesco Caporale e dal Comitato SS 106”.