Quantcast

Omicidio Gentile, si torna in aula a Catanzaro il 22 aprile

Contestata dalle parti civili l’attenuante della provocazione che aveva consentito la riduzione della pena per Nicholas Sia

Più informazioni su

Si tornerà a discutere in aula il prossimo 22 aprile il delitto di Marco Gentile per il quale è stato condannato Nicholas Sia. Hanno ricevuto il decreto di citazione l’imputato, difeso da Fabrizio Costarella, e le parti civili Carlo Gentile difeso da Antonio Ludovico, Elvira Gentile difesa da Alessio Spadafora, Loredana Curto difesa da Antonio Lomonaco e Anna Curto difesa da Arturo Bova.

Il 13 giugno del 2018 la Corte d’Assise di Catanzaro riformava la sentenza del novembre 2016 escludendo l’aggravante della premeditazione rideterminando la pena in 16 anni.

A maggio 2019 la Cassazione annullava la sentenza limitatamente all’attenuante della provocazione rinviando ad altra sezione della Corte d’Assise di Catanzaro. Sempre nel 2019, a novembre, la Corte d’Assise riformava la sentenza del 2016 riconosciuta l’attenuante della provocazione e ritenuta prevalente unitamente alle già riconosciute attenuanti generiche, applicata la diminuente, ha rideterminato la pena in 12 anni. Ad ottobre 2020 la Cassazione ha annullato al sentenza nella parte della provocazione come attenuante, e ha rinviato alla Corte d’Assise.

Più informazioni su