Liceo Campanella di Lamezia Terme, la dirigenza “prende le distanze da valutazioni espresse da docenti sulla classe politica regionale”

"Tutte le misure organizzative e gestionali attualmente in vigore sono state poste in essere secondo il dettato normativo e il principio di precauzione, a tutela della salute, del diritto all’istruzione e degli interessi dell’intera comunità scolastica"

Riceviamo e pubblichiamo la nota del dirigente scolastica del Liceo “T.Campanella” di Lamezia Terme quale diritto di replica in riferimento all’articolo pubblicato in data 10 marzo 2021 alle ore 11:18 intitolato “Apri la scuola, chiudi la scuola: gli insegnanti non si divertono. Tutto ciò è davvero indegno”.

Egregio Direttore,

in riferimento all’articolo pubblicato sulla testata on line di Catanzaroinforma, in data 10 marzo 2021 alle ore 11:18, intitolato “Apri la scuola, chiudi la scuola: gli insegnanti non si divertono. Tutto ciò è davvero indegno” e firmato “un gruppo di docenti del Liceo Tommaso Campanella di Lamezia Terme”, la scrivente, in qualità di Dirigente scolastica e legale rappresentante dell’Istituzione, intende doveroso precisare quanto segue:

ferma restando la liceità delle osservazioni esternate a titolo puramente personale da un  “gruppo di docenti” dei cui nomi non si fa menzione, e pur comprendendo il disagio che per l’attuale emergenza sanitaria ancora  grava da oltre un anno sulle spalle degli studenti, delle loro famiglie, della classe docente  e del personale scolastico tutto, è assolutamente pacifico che la scuola, mettendo in atto le necessarie misure di prevenzione, debba scrupolosamente ottemperare alle norme di carattere nazionale, alle ordinanze ministeriali, regionali e/o sindacali, alle disposizioni attuative che pervengono dall’U.S.R. per la Calabria, nonché  a quanto statuito dai Decreti del T.A.R. Calabria.

Pertanto, questa Dirigenza prende le distanze da qualsiasi valutazione espressa da docenti sull’operato della classe politica regionale e fa presente che tutte le misure organizzative e gestionali attualmente in vigore presso il Liceo “T. Campanella” sono state poste in essere secondo il dettato normativo e il principio di precauzione, a tutela della salute, del diritto all’istruzione e degli interessi dell’intera comunità scolastica.

Le  valutazioni – sia pure opportune – in merito alle misure di restrizione, alla concreta fattibilità di perseguire il “rischio zero” a colpi di decreti ed ordinanze di necessità ed urgenza e le doverose riflessioni sul livello di pregiudizio formativo, psicologico, educativo e di socializzazione meritano – sine dubio – una sede di dibattito e confronto più complessa e articolata, nella quale certamente i signori Docenti tutti potranno offrire il loro prezioso contributo con la professionalità che continua a contraddistinguerli sia pure in acque così profonde e perigliose.

La Dirigente scolastica

Susanna Mustari