Quantcast

Gratteri su Repubblica: “Ho sbagliato a scrivere la prefazione a quel libro”

Il trasferimento a Milano? "Solo dopo aver completato alcune indagini e processi"

Più informazioni su

In un’intervista rilasciata a Repubblica, Nicola Gratteri ammette: “Ho sbagliato a scrivere la prefazione a quel libro”.

Il libro in questione è “Strage di Stato: le verità nascoste della Covid-19” firmato dal magistrato Angelo Giorgianni e da Pasquale Bacco, negazionista, in passato candidato per liste di estrema destra.

Il Procutatore di Catanzaro spiega in questa intervista come la sua la prefazione nasca “da un abstract non del tutto corrispondente, inviatomi dal collega Giorgianni: in quel testo si
faceva esclusivo riferimento alla situazione pandemica e ai riflessi economici e criminali.
Per il magistrato “la prefazione è assolutamente neutra, sarebbe bastato leggerla per escludere ogni collegamento”.
Nel corso dell’intervista Gratteri, incalzato dalle domande del giornalista, parla anche del suo futuro e di Milano. Sottolinea di stare a Catanzaro e di non voler lasciare a metà le attività intraprese garantendo il completamento di molte indagini e processi in corso ma anche dopo la realizzazione dell’aula bunker a Lamezia e dei lavori dell’ex ospedale militare dove andrà la nuova Procura.

Più informazioni su