Quantcast

L’associazione Dar Assalam spiega il significato del Ramadan

Oggi martedì 13 aprile inizia il mese di Ramadan..che le nostre preghiere e il nostro digiuno possa essere accettata da Allah“. Inizia così la nota dell’associazione Dar Assalam di Catanzaro.

Il mese di Ramadan, per ogni musulmano/a è un momento molto importante e di profonda spiritualità. Il digiuno è uno dei 5 pilastri della fede musulmana… Ogni musulmano/a che non viva di stenti, sano/a ed adulto/a, ha l’obbligo, di fronte ad Allah, di digiunare per tutto il mese di Ramadan. Perché il mese di Ramadan? Perché è in questo mese che è sceso il Corano. E perché si effettua il digiuno? Perché il digiuno, sia fisico, che spirituale purifica il nostro corpo e ci avvicina ad Allah. Cosa si intende con digiuno fisico? Il digiuno fisico nel mese di Ramadan consiste nel non mangiare né bere e non commettere atti impuri dall’alba al tramonto. E digiuno spirituale?”.

Il digiuno spirituale consiste nel mantenere la propria mente ed il proprio spirito il più puri possibile, non si devono fare cattivi pensieri o giudicare il prossimo e bisogna pregare e recitare il Corano il più possibile. Il digiuno ci avvicina a chi è più povero e ci fa capire cosa significa vivere di privazioni. E chi non può digiunare?“.

Chi non può digiunare, – si legge nella nota – perché impossibilitato momentaneamente, deve recuperare appena possibile e comunque prima del successivo Ramadan; chi, invece, non può digiunare e non può recuperare, deve fornire, per ogni giorno di mancato digiuno, pasti ad una persona povera. Il Ramadan è un esercizio fisico e spirituale molto importante. Il profeta Muhammad (saaws) digiunava molto spesso. È il miglior modo per elevare il proprio spirito e rafforzare la propria fede. Che questo mese rafforzi la nostra fede e ci avvicini ad Allah .. Ramadan Karim!!! “È nel mese di Ramadan che abbiamo fatto scendere il Corano, guida per gli uomini e prova di retta direzione e distinzione. Chi di voi ne testimoni l’inizio digiuni. E chiunque è malato o in viaggio assolva in seguito altrettanti giorni. Allah vi vuole facilitare e non procurarvi disagio, affinché completiate il numero dei giorni e proclamiate la grandezza di Allah Che vi ha guidato.
Forse sarete riconoscenti!” (Corano Sura II v 185).