Quantcast

Ordine Architetti Catanzaro, presidente Macrì: “Le norme ci consentono lo svolgimento delle elezioni”

"Non può diffamare una categoria che ha sempre rispettato la legge in tutte le sue articolazioni"

Più informazioni su

    “Ogni professionista ha il diritto di dissentire dall’azione del Presidente o del Consiglio dell’Ordine, – scrive Giuseppe Macrì presidente dell’Ordine degli Archietti – ma non può diffamare una categoria che ha sempre rispettato la legge in tutte le sue articolazioni anche quando le disposizioni legislative non erano coerenti con il ruolo sociale riconosciuto ai professionisti dallo Stato.

    Purtroppo, i social, le comunicazioni tendenziose e faziose, una narrazione distorta lanciata via web da alcuni professionisti, vorrebbe spargere fango sull’operato del Consiglio dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Catanzaro per fini elettoralistici che nulla hanno a che vedere con il diritto di voto, tra l’altro ampiamente garantito e tutelato nel rispetto dell’emergenza sanitaria, atteso che sono state previste nell’assoluto rigore tutti i dispositivi e l’organizzazione necessaria tesa al rispetto delle misure anti-covid degli iscritti, con un’articolazione e un’assistenza al voto dotata di tutti i dispositivi e controlli a tutela della salute.

    Le norme, vigenti, consentono in maniera chiara e legittima lo svolgimento delle elezioni per il rinnovo del Consiglio in presenza, garantendo le necessarie misure di sicurezza, con dispositivi e controlli tali da poter operare nel rispetto delle norme anti-covid.

    Inoltre si evidenzia che tutte le attività professionali svolte dagli Architetti non sono soggette a limitazioni di sorta nello svolgimento della professione e quindi il voto può essere espresso con sicurezza superando quanti con la loro azione dilatoria vorrebbero condizionare il voto lanciando invettive poco rispettose delle scelte che il Consiglio dell’Ordine ha deliberato”.

    Più informazioni su