Quantcast

Carabinieri chiudono due officine abusive in provincia di Catanzaro

A Gizzeria, due denunce, Nell'ambito dell'attività finalizzata al rispetto delle norme di tutela ambientale accertata anche la presenza di rifiuti speciali pericolosi

A termine di mirata attività finalizzata al rispetto delle norme di tutela ambientale, i Carabinieri della Stazione di Gizzeria Lido hanno denunciato a piede libero due uomini di Gizzeria di 26 e 57 anni per esercizio abusivo di una professione e gestione illecita di rifiuti. I Carabinieri, insospettiti dal continuo via vai di auto e persone, sono intervenuti in due distinti locali, uno sito in Loc. Campoienzo e l’altro nel centro di Gizzeria, dove hanno accertato la presenza di vere e proprie autofficine “completamente abusive”, prive di qualsivoglia titolo autorizzativo.

Durante le attività di controllo è stata accertata la presenza di rifiuti speciali pericolosi, abbandonati anche nelle limitrofe zone boschive, consistenti in oli esausti di motore, apparecchiature meccaniche e batterie di auto in assenza della documentazione comprovante il corretto smaltimento e/o recupero degli stessi.

I locali adibiti ad autofficine e i materiali presente sono stati posti sotto sequestro e gli uomini deferiti alla competente Autorità giudiziaria.