Quantcast

Porto, il sindaco rassicura i diportisti: a breve l’avvio della procedura di concessione dei pontili  

Questa mattina Abramo ha incontro anche la Capitaneria

Potrebbe sbloccarsi ormai a breve la vicenda delle concessioni dei pontili del Porto. Dopo un confronto con la Capitaneria di Porto, il sindaco Sergio Abramo ha incontrato questa mattina una delegazione di diportisti che si sono detti preoccupati per il futuro della loro attività e del porto stesso. Abramo ha annunciato loro che «la procedura amministrativa è stata affidata al dirigente del settore Grandi opere del Comune, Giovanni Laganà che si è impegnato a portare a termine le concessioni nel breve tempo possibile». 

pontili Porto, dipartisti dal sindaco

Le rassicurazioni del sindaco 

«Si tratta di un momento particolare – ha spiegato il sindaco  – poiché sulla questione delle banchine che sono state date in gestione, ci sono state delle indagini da parte della Procura. C’è però una gara che è stata portata a termine e che dovrà vedere lo specchio d’acqua dato in gestione a due operatori. Speriamo di poter procedere al più presto con le concessioni. Stiamo valutando anche la deroga della Regione Calabria fino al 30 ottobre per tutte le concessioni demaniali. È un lavoro delicato proprio per la particolarità della situazione in cui ci siamo trovati. Ho trovato però grande collaborazione sia da parte della Capitaneria di Porto che dai diportisti».

porto lido

Le ragioni dei diportisti

Tra i diportisti presenti, Antonio Guzzi e Franco Statini, presidente dell’Associazione Sea Mar Scuba «Siamo stati costretti a chiedere ulteriori chiarimenti al sindaco – ha spiegato Guzzi – per capire quale sarà il futuro di noi diportisti, soprattutto a seguito delle vicende giudiziarie che hanno riguardato i pontili». «Noi riteniamo – hanno aggiunto Guzzi e Statini – di rappresentare delle risorse utili per lo sviluppo del porto e per la creazione di un indotto commerciale, turistico, culturale e sportivo. Volevamo avere contezza di ciò che sta accadendo ed abbiamo chiesto nuovamente un confronto con il sindaco che, anche questa volta, ci ha manifestato disponibilità e piena consapevolezza dei problemi di noi diportisti».

«L’ing. Laganà – ha detto ancora Guzzi – si è reso subito disponibile anche ad un incontro sul territorio per ascoltare le nostre esigenze. Purtroppo ci sono dei tempi tecnici che bisogna attendere e che però ci preoccupano, perché potrebbe succedere di tutto. Comprendiamo la necessità di svolgere tutte le dovute procedure, ma di fatto subiremo l’interruzione di un servizio in un momento così fondamentale per la città e per il porto, in particolare, proprio in prossimità della stagione estiva. Ci auguriamo però che tutto possa risolversi al più presto».

Porto lido

Nascita di un’associazione culturale e sociale

I diportisti, nel corso dell’incontro con il sindaco, hanno annunciato la volontà di costituire un’associazione culturale e sociale per creare non solo un laboratorio di idee per lo sviluppo del Porto, ma anche e soprattutto per mettere a disposizione la loro esperienza e la loro passione a servizio dei cittadini e dei soggetti più fragili con la realizzazione di eventi sportivi e culturali.