Quantcast

Fiavet Calabria, Giuseppe Giovanni Zampino resta presidente per il prossimo triennio

Si è svolta l'assemblea elettiva della Federazione Italiana Associazione Imprese Viaggi e Turismo. Vice Presidente Vicario Gianluca Marcello, i nomi di tutti i consiglieri

Presso la Sede regionale della Confcommercio Calabria Imprese per l’Italia si è tenuta l’assemblea elettiva dell’associazione di categoria/sindacato datoriale Fiavet Calabria (Federazione Italiana Associazione Imprese Viaggi e Turismo), con la partecipazione del Presidente di Confcommercio Calabria Klaus Algieri.

 

L’Assemblea dei soci Fiavet Calabria ha rieletto all’unanimità in qualità di Presidente Giuseppe Giovanni Zampino alla sua guida per il prossimo triennio.

Sono stati eletti per acclamazione il Vice Presidente Vicario Gianluca Marcello, i consiglieri Luigi Alessio, Francesco Caruso, Vincenzo Cattolico, Antonio Piraino, Andrea Pizzo e Melissa Scoleri, e i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti/Probiviri Umberto Pace, Gianfranco Stanizzi e Renato Varamo.

 

Nel programma di Fiavet Calabria, assume centralità l’urgenza di un «sostegno immediato degli enti regionali alle imprese di viaggio con altri bandi a fondo perduto, la cancellazione definitiva della tassa regionale e di un tavolo di concertazione permanente», specificando la «volontà di realizzare quanto prima con la Regione uno Sportello Abusivismo e una revisione anagrafica regionale con certificato di qualità per le agenzie di viaggi e tour operator, che potranno così avere visibilità, con tale attestazione, sul portale regionale del settore turistico».

 

Sollecitiamo pertanto la Regione Calabria, come già più volte ribadito nei mesi precedenti sia tramite Pec che con i mass media che, tutte quelle risorse finanziarie solo parzialmente finalizzate e, rimaste in giacenza dalla misura “Viaggia Calabria” e da altri bandi, vengano rimesse “in circolo” in favore delle Agenzie di Viaggio e Turismo /Tour Operator, riproponendo un nuovo bando a fondo perduto affinché si possano coprire le perdite di fatturato generate nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 31 marzo 2021. Inoltre, è opportuno includere le Agenzie di Viaggio e Turismo/Tour Operator “start up” e anche quelle che hanno partecipato solo al Riapri Calabria;

 

Inoltre, il perdurare da ormai 14 mesi e ancora senza alcuna certezza sulla ripartenza del turismo, dovuto anche al ritardo delle vaccinazioni, porterà inevitabilmente ad un significativo ridimensionamento della forza lavoro. Al fine di evitare tutto ciò, sollecitiamo la verifica della possibilità di utilizzare i fondi residuali del bando “Lavora Calabria” a favore delle Agenzie di Viaggio e Turismo/Tour Operator, mediante misure di sostegno al mantenimento dei livelli occupazionali.