Quantcast

Pd, replica a De Sarro: Il DDL Zan è una legge di civiltà

Per fortuna c'è la politica che deve superare queste astruse concezioni del mondo e assicurare pari dignità e rispetto verso il prossimo

Le parole di De Sarro sono insensate e fuori luogo. La teoria proposta dal consigliere comunale ha dell’incredibile soprattutto perché cerca di far passare per “normali” alcune forme di discriminazione spesso sottese da argomentazioni simili alle sue.

E quanto si legge in un comunicato stampa del coordinamento cittadino del Pd. Il DDL Zan è una legge di civiltà che prevede condanne a chi discrimina le persone in base al genere, disabilità e orientamento sessuale. Non c’è nessuna riflessione da fare né sulla teoria dell’evoluzione, né su qualche altra strana formula di sviluppo della specie umana.

Le riflessioni di Fedez e il ddl Zan: l’analisi di De Sarro

Se dovessimo fare il ragionamento di De Sarro torneremo alla legge del più forte in base alla quale è la natura a selezionare le persone. Per fortuna c’è la politica che deve superare queste astruse concezioni del mondo e assicurare pari dignità e rispetto verso il prossimo. Concetto, quest’ultimo, che rappresenta il vero messaggio della religione Cristiana che avrebbe sicuramente colto, il consigliere di “Insieme per Fiorita”, se avesse letto qualche rigo in più del “libro molto noto” di cui parla.