Quantcast

Vaccini anti Covid in Regione, i sindacati della Funzione pubblica: “Dimostrazione che le sceneggiate mediatiche non servono”

'Il protocollo nazionale prevede che tutte le aziende e le amministrazioni pubbliche potranno candidarsi liberamente'

I sindacati Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl esprimono soddisfazione per la sottoscrizione del protocollo per la vaccinazione anti covid, siglato in Regione Calabria.

“Dopo una prima fase fatta di approssimazione, con la vaccinazione dei dipendenti del Dipartimento Tutela della Salute, al di fuori di ogni protocollo e con la successiva comunicazione propagandistica da parte di qualche organizzazione sindacale, a cui hanno prestato il fianco in maniera maldestra il datore di lavoro, e il Commissario Straordinario alla Salute Longo, finalmente si è intrapresa la strada giusta.

La sottoscrizione odierna, dicevamo, in conformità con il “protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti SARS-CoV-2/ Covid-19 nei luoghi di lavoro” del 6 aprile 2021 che vede la firma, oltre che dei Ministri della Salute e del Lavoro, Speranza e Orlando anche di Cgil, Cisl e Uil, è una buona notizia per tutti i dipendenti Regionali, i quali potranno vaccinarsi in sicurezza sui luoghi di lavoro e in coerenza con quanto previsto dal Governo”, scrivono il segretario generale Fp Cgil Alessandra Baldari, il segretario aziendale Fp Cgil Regione Calabria – Giunta Regionale Ferdinando Schipano, il segretario generale CISL FP Luciana Giordano, il segretario aziendale Cisl Fp Regione Calabria – Giunta Regionale
Giuseppe Spinelli, il segretario Generale UIL FPL Elio Bartoletti, Il segretario regionale Uil Fpl Walter Bloise.

“Tale protocollo nazionale, infatti, prevede che tutte le aziende e le amministrazioni pubbliche potranno candidarsi liberamente; non è previsto nessun requisito minimo di carattere dimensionale così come la vaccinazione sarà offerta a tutti i lavoratori che ne facciano richiesta preventiva. Se la vaccinazione verrà eseguita in orario di lavoro, il tempo necessario sarà equiparato a tutti gli effetti all’orario di lavoro.

Si invitano, pertanto, tutti i lavoratori della Regione Calabria che intendono sottoporsi a vaccinazione, di rispondere alla mail di preadesione che il datore di lavoro ha inviato. Quanto realizzato oggi- conclude il comunicato unitario- dovrebbe essere da monito, Il mantenimento di relazioni sindacali serie porta sempre a dei buoni risultati, così come le sceneggiate mediatiche rimangono solo ciò che sono, pura finzione. Si chiede la pubblicazione nella bacheca sindacale informatica”.